Furti in Chiesa a Gioiosa, arrestato sacerdote keniano

GIOIOSA MAREA (ME) – Dopo la denuncia del mese scorso da parte del Parroco di Gioiosa Marea, a causa di un furto di monili per un valore pari a 100.000 euro avvenuto nella Chiesa di S.Nicola, le immediate indagini sotto il coordinamento della Procura della Repubblica presso il Tribunale di Patti hanno consentito di identificare il Sacerdote Kenyano come autore del furto. Nella giornata di ieri infatti , a seguito di un lunga ed incessante attività di iniziativa, i militari della Stazione Carabinieri di Gioiosa Marea, che hanno operato in collaborazione con i militari del Nucleo Operativo della Compagnia di Roma-Trastevere, hanno sottoposto a fermo di Polizia Giudiziaria un sacerdote, originario del Kenya, accusato di essere l’autore del furto di oggetti aurei donati dai fedeli alla Madonna delle Grazie, alla Madonna delle Lacrime, all’interno della chiesa di San Nicola di Gioiosa Marea. Il religioso, nel recente passato, aveva prestato più volte il proprio servizio nel Comune di Gioiosa Marea (ME), soggiornando presso la parrocchia, e fornendo un supporto alle attività ecclesiastiche della comunità, diventando molto popolare tra i fedeli locali e guadagnandosi la fiducia incondizionata del parroco locale Dopo il rientro in Italia avvenuto ieri mattina, il Sacerdote è stato fermato presso l’aeroporto di Roma-Fiumicino ed accompagnato presso la loro abitazione con un ordine di perquisizione. Nel corso della perquisizione venivano rinvenute e sequestrate alcune ricevute dei versamenti di denaro contante ed il bonifico effettuato nonché un computer portatile. Dopo le formalità di rito, su disposizione dell’A.G., veniva condotto e ristretto presso la Casa Circondariale di Roma “Regina Coeli”.

Be the first to comment on "Furti in Chiesa a Gioiosa, arrestato sacerdote keniano"

Leave a comment

Your email address will not be published.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.