Protesta contro la chiusura del tribunale di Nicosia, due avvocati sul tetto

NICOSIA (EN) – Per protestare contro il trasloco del tribunale di Nicosia che verrà accorpato a quello di Enna due avvocati, il presidente dell’Amai, Salvatore Timpanaro e il presidente del comitato spontaneo, Felice Lo Furno sono saliti sul cornicione del palazzo di giustizia sventolando la bandiera italiana.  Vigili del fuoco, carabinieri e polizia presidiano la zona affollata da centinaia di cittadini. Gli avvocati di Nicosia sostengono che il trasferimento del tribunale è illegittimo perché deve essere il ministro della Giustizia ad accogliere o respingere la richiesta di proroga con relativo decreto. Anche il vicepresidente dell’Ars Antonio Venturino, è sceso in piazza a Nicosia per protestare contro la chiusura del Tribunale. “Come cittadino di questo territorio sento il bisogno di proteggere tutto quello che proprio in questo periodo, e non capisco il perché, è sotto attacco di manovre che stanno depauperando questa importante parte di Sicilia”, ha detto Venturino. “Abbiamo pochissime risorse e tra queste c’è il Tribunale e va assolutamente salvaguardato”, ha aggiunto, e si è impegnato a porre la questione in Assemblea. Venturino definisce il provvedimento governativo sul riordino della geografia giudiziaria “atto arrogante motu propriu”, e spera “che all’Ars l’appello dei cittadini di Nicosia e di questa provincia venga accolto anche da altri colleghi deputati”.(Fonte Si)

Be the first to comment on "Protesta contro la chiusura del tribunale di Nicosia, due avvocati sul tetto"

Leave a comment

Your email address will not be published.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.