Un angelo si occuperà del piccolo Giorgio , il neonato picchiato dai genitori a Palermo

Una storia  d’altri tempi

PALERMO – Un imprenditore milanese ha annunciato il 6 settembre 2013 che è pronto a sostenere tutte le spese per le cure del neonato di tre mesi ricoverato in condizioni tragiche a Palermo: il bambino ha il cranio e gli arti fracassati, e rischia di rimanere sordo e cieco. Il piccolo si trova al reparto di rianimazione dell’ospedale dei Bambini “Di Cristina” dallo scorso Ferragosto: a ridurlo in quelle condizioni, secondo la procura del capoluogo siciliano, sarebbero stati i genitori, indagati per tentato omicidio. Un’ imprenditore milanese, accorso in aiuto del neonato, ha scelto di restare rigorosamente anonimo. «Mi ha detto che provvederà da oggi per tutta la vita del piccolo al suo mantenimento», ha fatto sapere il direttore sanitario dell’ospedale dei Bambini Giorgio Trizzino al Corriere della Sera. Il benefattore non è nuovo a questi gesti: già in passato, pur senza venire allo scoperto, ha offerto una casa ai senzatetto, ha saldato debiti e ha pagato l’affitto di chi non poteva permetterselo. Adesso è disposto a «trasferire il bambino a Milano e offrire quanto serve per la riabilitazione e per tutte le cure necessarie a una struttura pubblica o privata, a una associazione, un istituto, una casa famiglia», ha spiegato Trizzino, che ha in cura il neonato. La speranza è che il gesto dell’uomo possa inauguare anche una gara di solidarietà: il bimbo, i cui genitori sono stati privati della patria potestà dal tribunale, è in lista d’attesa per essere adottato.

Be the first to comment on "Un angelo si occuperà del piccolo Giorgio , il neonato picchiato dai genitori a Palermo"

Leave a comment

Your email address will not be published.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.