Rubato sul pullman un braccio artificiale

Restituiti valigia e braccio artificiale. Disavventura a lieto fine

-Incredibile disavventura di una giovane donna Orlandina

-CAPO D’ORLANDO (ME)  – Una donna di Capo D’Orlando  che dopo un viaggio in treno da Bologna a Capo d’Orlando, dopo il trasferimento su un pullman sostitutivo per il troppo ritardo accumulato dal treno, subisce il furto del braccio artificiale. Non la protesi che indossava ma quella nuova appena confezionatale da un centro specializzato emiliano. Adesso la donna , giunta da poche ore a Capo d’Orlando, dove risiede e lavora, ha lanciato un appello ai responsabili  affinché le restituiscano almeno la protesi. Nella valigia insieme all’arto c’e’ anche una carpetta medica con l’ indirizzo e recapito telefonico, a disposizione del ladro o di chi avesse trovato il sofisticato arto meccanico.

Restituiti valigia e braccio artificiale. Disavventura a lieto fine

-Ha sortito l’effetto sperato l’appello lanciato dalla donna di Capo d’Orlando cui era scomparsa la valigia nella quale era custodito un braccio artificiale realizzatole qualche giorno prima a Bologna.
Ieri sera, dopo che il nostro tg ha dato la notizia, la donna è stata contattata dalla ditta di autolinee che aveva effettuato il trasposto sostitutivo da Messina a Capo d’Orlando per comunicarle che qualcuno aveva restituito il prezioso bagaglio.
La protagonista della disavventura, residente in contrada Piscittina, di ritorno da Bologna per ritirare la protesi, era stata costretta a scendere a Messina per la mancanza del treno che doveva riportarla a casa, ed era salita su un pullman sostituivo che aveva effettuato fermate a Milazzo, Barcellona ed allo svincolo di Brolo. Giunta a Capo d’Orlando, però, non aveva più trovato la valigia nel portabagagli e si era rivolta alla polizia visto che la protesi, oltre ad un notevole valore economico, era stata realizzata solo per lei.
Nella tarda serata il lieto fine.

Be the first to comment on "Rubato sul pullman un braccio artificiale"

Leave a comment

Your email address will not be published.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.