Arrestati due docenti dell’Università di Messina per aver truccato un concorso per ricercatore in Microbiologia.

MESSINA –  La Guardia di Finanza ha arrestato due docenti dell’Università di Messina per aver truccato un concorso per ricercatore in Microbiologia e Microbiologia Chimica. Si tratta di un Direttore di Dipartimento dell’Universita’ di Messina che esercita anche come professore ordinario presso lo stesso dipartimento, e di un altro professore ordinario dello stesso Ateneo. Le indagini, che sono state coordinate dal procuratore aggiunto Ada Merrino e dal sostituto Diego Capece Minutolo nell’ambito dell’operazione denominata “Pacta servanda sunt, sono durate mesi e così si è scoperto che la commissione giudicatrice e il vincitore di concorso venivano stabiliti prima dagli arrestati, con l’appoggio dei colleghi. Sembra che a vincere il concorso in questione dovesse essere un parente di uno dei docenti. Ma uno dei candidati ha totalizzato un punteggio più alto che ha messo in crisi gli arresti . Ai domiciliari sono finiti Giuseppe Giovanni Bisognano (direttore del Dipartimento di Farmacia) e Giuseppe Teti, docente di Microbiliogia. Il periodo che farebbe riferimento al “Concorso dubbio” sarebbe stato quello del 2010, vinto da Carlo Bisignano, figlio del Direttore del Dipartimento di Farmacia. Risulterebbe indagata anche la prof.ssa Maria Chiara Aversa per la composizione della commissione  che comunque, non volendo arrendersi all’evidenza ,hanno costretto il candidato a ritirarsi dal concorso per poter proclamare vincitore il “predestinato”, promettendogli una successiva sistemazione. A far scattare le indagini è stata la denuncia di una falsa fattura all’interno del Dipartimento dove operava uno degli arrestati. Altri tre docenti sono indagati.

Be the first to comment on "Arrestati due docenti dell’Università di Messina per aver truccato un concorso per ricercatore in Microbiologia."

Leave a comment

Your email address will not be published.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.