Messina, sentenza shock del Consiglio di Stato: illegittimi i test di accesso a medicina dal 2001 al 2010

MESSINA – Tutti i concorsi per l’accesso alla Facoltà di Medicina e Chiururgia dell’Università di Messina dal 2000 al 2010 sono illegittimi. A stabilirlo in maniera definitiva è l’Adunanza Plenaria del Consiglio di Stato che è pronunciato ieri nel merito della questione. A pesare sulla decisione, una violazione non irrilevante della regola dell’anonimato da parte della Commissione determina de iure la radicale invalidità della graduatoria finale, senza necessità di accertare in concreto l’effettiva lesione dell’imparzialità in sede di correzione”. Il problema in sostanza è riferito all’attribuzione del codice alfanumerico segreto identificativo delle diverse prove: ”in buona sostanza – è scritto nella sentenza del Consiglio di Stato – a la Commissione si è trovata in possesso di un elenco alfabetico in cui al codice ( segreto)  contrassegnante l’elaborato era inequivocabilmente associato al  nome del candidato. Sembra significativo – prosegue la sentenza firmata dal plenum presieduto dal Presidente del Consiglio di Stato Giovannini –  notare che nelle selezioni per i  successivi anni accademici l’Università ha cessato di far annotare il codice segreto accanto al nome del candidato”.

Una sentenza che adesso mette in crisi l’intero sistema di accesso a numero chiuso alla Facoltà di Medicina e Chirurgia di Messina, ribaltando l’orientamento del Tar di Catania e del Cga, secondo i quali il vizio denunciato dai legali non era tale da invalidare l’intera prova.

A cominciare la querelle l’esposto degli avvocati dell’associazione studentesca Udu, Unione degli Universitari, che nel 2007 denunciarono per primi l’irregolarità nei confronti dell’Ateneo peloritano e successivamente nei confronti di tutti gli altri atenei italiani dove era in vigore il cosiddetto ”accesso programmato” o numero chiuso.

Secondo quanto hanno nuovamente denunciato i legali dell’Udu anche quest’anno, per espresso ordine del Ministero, in tutte le sedi d’Italia i commissari hanno visionato i codici segreti dei candidati consumando violazioni ancora più gravi rispetto al passato e verrà pertanto inoltrato un ricorso straordinario diretto proprio al Consiglio di Stato che si è appena pronunciato sulla questione.

Be the first to comment on "Messina, sentenza shock del Consiglio di Stato: illegittimi i test di accesso a medicina dal 2001 al 2010"

Leave a comment

Your email address will not be published.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.