Ricercatore dell’Università di Messina , muore in Antartide

MESSINA – Luigi Michaud, un ricercatore dell’Università di Messina che partecipava alla campagna italiana in Antartide, ha perso la vita vicino alle acque antistanti alla stazione “Mario Zucchelli“, sulla costa della Baia Terra Nova (Mare di Ross). A renderlo noto è stato il capo della Spedizione del nostro Paese nello stesso Antartide, Franco Ricci, dell’Enea. Luigi Michaud stava svolgendo attività scientifica subacquea per il prelievo di campioni marini. Nonostante le misure di sicurezza e l’immediato intervento della squadra di soccorso, ogni tentativo di mantenerlo in vita è risultato vano. Luigi Michaud era nato a Messina il 5/10/1974, coniugato con due figli, si era laureato in Scienze Biologiche (indirizzo Biologico-Ecologico) nel 2001 e, successivamente, aveva conseguito il Dottorato di Ricerca in “Scienze Ambientali: Ambiente Marino e Risorse” nel 2007. Dal marzo 2010 è assegnista di ricerca presso il Dipartimento di Scienze Biologiche ed Ambientali. In questo lasso – pur breve – di tempo, il dott. Michaud ha svolto in maniera eccellete la sua attività di ricerca, caratterizzata da un forte amore per il mare e per gli studi nell’ambito dell’ecologia microbica. Ha operato non soltanto a Messina, ma anche all’estero in prestigiosi enti ed istituti di ricerca ed era già stato coinvolto in numerose spedizioni in Artide ed in Antartide.

Be the first to comment on "Ricercatore dell’Università di Messina , muore in Antartide"

Leave a comment

Your email address will not be published.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.