Pubblicato il decreto per le zone franche urbane della Sicilia

Esenzioni fiscali e contributive per sostenere le micro e piccole imprese localizzate nelle  (ZFU) della Regione Siciliana della Regione Siciliana. Le risorse disponibili sono pari a circa 182 milioni di euro.
Le domande di accesso alle agevolazioni potranno essere presentate dalle ore 12:00 del 5 marzo 2014 e fino alle ore 12:00 del 23 maggio 2014, esclusivamente tramite una procedura telematica accessibile nella sezione “ZFU Convergenza e Carbonia Iglesias” di questo sito.
“Esprimo grande soddisfazione per l’adozione del provvedimento che assume un valore importantissimo per le micro e piccole imprese in un momento in cui la elevata pressione fiscale e la crisi di liquidità costituiscono una seria emergenza” dice l’assessore alle Attività produttive. 

L’intervento, per il quale sono disponibili circa 180 milioni di euro, riguarda le imprese di micro e piccola dimensione localizzate nelle Zone franche urbane di Aci Catena, Acireale, Bagheria, Barcellona Pozzo di Gotto, Castelvetrano, Catania, Enna, Erice, Gela, Giarre, Lampedusa e Linosa, Messina, Palermo Nord (Porto), Palermo Sud (Brancaccio), Sciacca, Termini Imerese, Trapani e Vittoria. Per la città del Longano è previsto un investimento di circa 10 milioni di euro. Le agevolazioni saranno concesse secondo criteri proporzionali nel rispetto delle condizioni e delle modalità previsti dal decreto interministeriale dell’8 aprile 2013 e nella misura massima, in ogni caso, di 200.000 euro. Il bando è stato pubblicato sul sito istituzionale del Ministero (www.mise.gov.it) e stabilisce che il termine per la presentazione delle istanze di agevolazione da parte delle imprese decorre dal 5 marzo 2014.

Be the first to comment on "Pubblicato il decreto per le zone franche urbane della Sicilia"

Leave a comment

Your email address will not be published.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.