Caso Provvidenza , spunta una pista calabrese

MESSINA – Restano tanti i dubbi sulla morte della giovane Provvidenza, questa sera il programma “Chi l’ ha visto” su Rai 3, tornerà sul tragico episodio :“Ho fatto la denuncia lo stesso giorno – si legge nel sito del noto programma – della scomparsa di mia figlia. Mi dicevano: Allontanamento volontario. La ragazza è maggiorenne, si è allontanata volontariamente”, racconta la madre: di Provvidenza Grassi. Invece la figlia, scomparsa nella notte tra il 9 e il 10 luglio, non si era allontanata volontariamente. L’ha trovata per caso, giovedì 22 gennaio, un elettricista che raggiungeva una cabina elettrica nelle vicinanze, per un guasto. La ragazza era vicino alla sua auto, tra i rovi, sotto un viadotto dell’autostrada, nel tratto che doveva percorrere per tornare a casa quella notte. I tanti dubbi di un caso archiviato subito come incidente stradale”.Come evidenzia la Gazzetta del Sud di oggi, dove “spunta una pista calabrese”, lo scorso 10 luglio il ragazzo della Grasso ha raccontato agli investigatori di avere ricevuto da Provvidenza una telefonata il 20 luglio: “Lei piangeva al telefono”, Il padre della giovane vitima ha sempre scartato l’ipotesi dell’allontanamento volontario della figlia. Una teste avrebbe riferito di un incontro verificatosi a Villapiana Lido, nel Cosentino, avvenuto nel mese d’agosto.

Be the first to comment on "Caso Provvidenza , spunta una pista calabrese"

Leave a comment

Your email address will not be published.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.