Scout tedeschi dispersi sui Nebrodi , salvati da carabinieri e forestali

SAN FRATELLO (ME)-  Hanno chiesto aiuto ai Carabinieri della Stazione di Acquedolci, dove erano giunti in autostop verso le ore 12:00 circa di ieri. Così due escursionisti tedeschi hanno fatto scattare le attività di soccorso e ricerca per altri nove loro connazionali, che erano rimasti bloccati nei boschi dei Nebrodi, tra i territori di San Fratello e Cesarò. Allertati dai colleghi di Acquedolci, i Carabinieri della Stazione di San Fratello hanno così avviato le ricerche, chiedendo anche il qualificato supporto del personale del locale distaccamento del Corpo Forestale Regionale. Poiché i due tedeschi hanno riferito che uno dei loro connazionali rimasto con il gruppo non era più in grado di camminare a seguito di una caduta, non escludendo che le lesioni fossero più gravi di quanto prospettato, nell’attività di soccorso è stato coinvolto anche personale del 118. Le confuse indicazioni fornite dai due, che nel frattempo accompagnati sui luoghi da loro indicati non erano più in grado di orientarsi, rischiavano di rendere infruttuose le ricerche, rese per altro ancor più difficili da un improvviso quanto violento temporale. Tuttavia, la grande conoscenza di quei luoghi e la sicurezza mostrata dagli uomini dell’Arma e del Corpo Forestale, hanno permesso, sulla base di una frammentaria descrizione dei paesaggi fatta dai due ragazzi tedeschi, di individuare la località dove il gruppo, in trepidante attesa, si trovava accampato in condizioni di fortuna.

Be the first to comment on "Scout tedeschi dispersi sui Nebrodi , salvati da carabinieri e forestali"

Leave a comment

Your email address will not be published.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.