Torrenova, istanza contro l’autovelox

 Dubbi sulla leggitimità dell’apparecchio sulla SS113

TORRENOVA (ME) – Adesso c’è un’istanza contro l’autovelox e ci sono molti dubbi sulla leggitimità dell’apparecchio montato sulla statale 113 . L’avvocato Antonino Araca , di Militello Rosmarino, non ha dubbi. Bisogna rimuovere immediatamente l’autovelox fisso installato dal Comune di Torrenova sulla statale 113. Per il legale è palesemente contrario a specifiche disposizioni di legge. Così detto fatto giunge al comune della Città dele Torri la richiesta di smobilitare quello strumento, e copia dell’istanza l’ha già letta il Prefetto di Messina. Tra le motivazioni addotte dall’avvocato c’è anche quella che l’elementare principio per cui lo scopo del controllo della velocità è primariamente quello di prevenzione e tutela di automobilisti e pedoni, non certo quello della repressione fine solo all’incasso delle multe. “Il limite di velocità imposto, 50km/h, – scrive Araca – è visto dagli utenti solo come un facile sistema di fare cassa, una sorta di improprio pedaggio, e la rilevazione in simili tratti di strada snatura lo spirito della norma stessa”. Oltre alla soppressione dell’autovelox viene anche chiesta la convocazione della conferenza provinciale permanente al fine di verificarne i presupposti dei requisiti previsti per legge. E le multe già elevate che fine faranno?

 

Be the first to comment on "Torrenova, istanza contro l’autovelox"

Leave a comment

Your email address will not be published.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.