Messina – 1 ottobre 2009, 5 anni fa l’alluvione di Giampilieri e Scaletta: per non dimenticare…

MESSINA – 1° ottobre 2009 – 1° ottobre 2014. Sono passati esattamente 5 anni dalla terribile alluvione che ha devastato Giampilieri, Scaletta Zanclea, Altolia e tanti altri centri del Messinese Jonico, provocando la morte di 37 persone e gravissimi danni al territorio e alla popolazione.
Anche oggi vogliamo commemorare le vittime e ricordare le gesta eroiche di Simone Neri, sottocapo di prima classe della Marina che dopo 9 giorni da quella tragedia avrebbe compiuto 30 anni. Ha salvato otto persone, sacrificando la sua vita.

Il giovane, infatti, nonostante fosse in salvo dal nubifragio, raccolse le richieste di aiuto che sentiva attorno a sé. Cominciò a portare in salvo parenti e amici, accompagnandoli sul tetto di una casa mentre il fango invadeva il primo e il secondo piano delle abitazioni. Poi alle 21 l’ultima telefonata alla sua fidanzata “C’è un bambino che piange, vado a salvarlo. Qualsiasi cosa succeda, ricordati che io ti amo”. Quel bambino oggi è vivo grazie a Simone, che però non ce l’ha fatta ed è stato investito dal fango che l’ha ucciso. Simone, Messina e i Messinesi tutti meritano un ricordo vivo e convinto perché questa tragedia non deve essere dimenticata. Come ogni grande evento storico, come ogni episodio destinato a segnare la storia di una civiltà, l’alluvione del 1° ottobre 2009 deve essere ricordata per far tesoro degli errori del passato e migliorare il nostro futuro. Deve essere ricordata per ciò che è stata, una tragedia cui bisogna rispondere non con spirito fatalista, ma con approccio propositivo teso a prevenire altri possibili eventi del genere.

Be the first to comment on "Messina – 1 ottobre 2009, 5 anni fa l’alluvione di Giampilieri e Scaletta: per non dimenticare…"

Leave a comment

Your email address will not be published.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.