Capizzi – Confiscati beni per 3,5 milioni all’ imprenditore Vincenzo Farinella

CAPIZZI (ME)  – Beni per 3,5 milioni di euro sono stati confiscati dalla Dia a Vincenzo Farinella, 52 anni, imprenditore di Capizzi , ritenuto appartenente alla cosca mafiosa del Gruppo di Mistretta. Il provvedimento scaturisce da una proposta del direttore della Dia. Arrestato nel 2007 in esecuzione nell’ambito dell’operazione “Montagna” per associazione mafiosa nel giugno del 2012, è stato condannato dal Tribunale di Patti a 4 anni e 9 mesi di reclusione e alla misura di sicurezza della libertà vigilata. Secondo l’accusa, grazie all’appoggio della mafia, Farinella si è inserito con la societa’ “Giavin srl” nel settore degli appalti pubblici e ha acquisito illecitamente varie commesse. L’imprenditore aveva anche creato una societa’ assieme al pregiudicato Mario Giuseppe Scinardo, la “Ediclcalcestruzzi srl” con sede a Militello in Val di Catania e della quale era amministratore unico. La confisca riguarda un compendio aziendale, quote di 3 imprese con sede a Capizzi, operanti nel campo dei prodotti agricoli e nell’edilizia, 11 automezzi, 7 beni immobili e varie disponibilità bancarie e postali.

Be the first to comment on "Capizzi – Confiscati beni per 3,5 milioni all’ imprenditore Vincenzo Farinella"

Leave a comment

Your email address will not be published.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.