Mazara del Vallo – “Quanno eramu ‘ncasa, a mamma l’ha uccisa a Denise”

Al processo sulla scomparsa della piccola mazarese salta fuori un’intercettazione. La sorellastra Jessica Pulizzi si rivolge alla piccola Alice: “Ma tu non dire niente”

MAZARA DEL VALLO (TP) – In un’intercettazione ambientale, registrata in casa di Anna Corona, la sorellastra di Denise Pipitone, la bimba scomparsa da Mazara del Vallo  nel 2004, avrebbe detto alla sorella minore, Alice, che la madre aveva ucciso la bimba. Nell’audio, in una traduzione effettuata da un perito nell’ambito del processo, Jessica Pulizzi dice: “Quanno eramu ‘ncasa, a mamma l’ha uccisa a Denise”. Alice, di rimando, le chiede: “A mamma l’ha uccisa a Denise?”. Jessica: “Tu di sti cosi unn’ha parlari” (non ne devi parlare). Alice: “E’ logico”. L’intercettazione sarebbe saltata fuori ora perché appena bisbigliata ed è stato possibile ascoltarla e trascriverla – secondo il perito – solo dopo un’opera di filtraggio e pulitura dei nastri magnetici. Il prossimo 16 gennaio Alice Pulizzi verrà sentita come testimone al processo d’appello contro la sorella che, in primo grado, è stata assolta.

Be the first to comment on "Mazara del Vallo – “Quanno eramu ‘ncasa, a mamma l’ha uccisa a Denise”"

Leave a comment

Your email address will not be published.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.