Messina – Rapina stile “Lupin” ad una gioielleria del centro città

Travestiti da “vecchietti” portano via 200mila euro

MESSINA –I due “vecchietti” hanno portato via un bottino di tutto rispetto: del valore di circa 200mila euro. E’ accaduto ieri alla gioielleria Di Pietro di via Tommaso Cannizzaro. Senza armi, ma con un abile travestimento da “vecchietto”, maschere rugose sui volti, persino stampelle a supporto di un’andatura stanca, due rapinatori si sono presentati davanti la porta a vetri della gioielleria. Un atteggiamento dimesso che è mutato all’istante, nel momento in cui la commessa ha spalancato la porta. Spintonata con forza la ragazza, i due hanno raggiunto la cassaforte e in pochi minuti hanno portato via tutti i preziosi depositati. Quindi la fuga a piedi, verso una via adiacente, dove certamente li attendeva un complice “motorizzato”. Nella vicina via Malpighi, hanno abbandonato uno dei due cappelli utilizzati per il travestimento. Sul posto, immediato, l’arrivo degli agenti della sezione Volanti, la Squadra Mobile e gli esperti della scientifica. La visione dei filmati delle telecamere ed eventuali elementi identificativi lasciati sul luogo della rapina potrebbero rivelarsi utili alla cattura.Fonte Normanno

Be the first to comment on "Messina – Rapina stile “Lupin” ad una gioielleria del centro città"

Leave a comment

Your email address will not be published.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.