Messina – La Dia arresta un geometra del Cas

Avrebbe promesso l’affidamento di lavori a una ditta

MESSINA – Avrebbe promesso l’affidamento dei lavori in urgenza ad una ditta che lavorava per il consorzio autostrade. Per questo motivo la scorsa notte gli uomini della Dia,  hanno notificato la misura cautelare degli arresti domiciliari ad un geometra del Cas, A.B. 65 anni, accusato di induzione indebita.  Il Pubblico Ministero aveva chiesto per lui l’arresto per corrruzione, ma il gip, nell’accogliere la richiesta di misura cautelare, ha riqualificato il reato in induzione indebita. L’arresto della Dia sarebbe uno strascico della operazione Tekno , scattata sempre ad opera della Direzione Investigativa Antimafia di Messina e Catania lo scorso 18 novembre. Al centro dell’inchiesta, un appalto pubblico bandito dal Cas nel maggio 2013, per l’assegnazione dei lavori inerenti al servizio di sorveglianza attrezzata per le tratte autostradali A18 e A20, che secondo l’accusa sarebbero valsi mazzette da 100mila euro, per favorire l’aggiudicazione della gara ad una ditta prestabilita.

Be the first to comment on "Messina – La Dia arresta un geometra del Cas"

Leave a comment

Your email address will not be published.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.