Terme Vigliatore – Comunicato dell’associazione “Vittime della Strada”

SIT-IN ROMA – Ambasciata di Francia – 10 marzo dalle ore 09:00 ,Corte di Cassazione – 11 marzo dalle ore 10:00

Queste poche righe rivolte a tutte le famiglie superstiti e Associazioni italiane Vittime della strada, riguardo la richiesta di partecipazione arrivata dall’Associazione “Un Chemin pour demain” attraverso il suo Presidente. Christine Lorin ci chiede il nostro sostegno, il nostro coinvolgimento ai Sit-in di Roma del 10 e 11 marzo prossimo in occasione della sentenza in Cassazione di Ilir Beti “assassino stradale” Il suo è un grido di aiuto perché all’assassino di suo figlio Vincent, di Audrey, di Julien e di Elsa, che ha richiesto il giudizio in Cassazione, non venga concessa nessuna riduzione della pena  ai 21 anni di carcere per “Omicidio volontario” inflitta in primo grado e confermata in appello. Infatti, Ilir Beti, ubriaco e drogato, ha sfrecciato per chilometri contromano sull’Autostrada prima che il suo SuV finisse la sua folle corsa sulla vita di quei ragazzi che volevano solo godersi le vacanze italiane tanto desiderate. La nostra giustizia, contro ogni aspettativa ha deciso che con il suo comportamento portò deliberatamente alla morte di quegli innocenti, punendolo con 21 anni di reclusione per “Omicidio volontario”. Vorrei ricordare a tutte le famiglie superstiti di vittime della strada, alle Associazioni e a tutti coloro che si battono per l’inasprimento delle pene riguardo gli “omicidi stradali”, quanto sia importante questo ultimo passo a Roma e quanto sia altrettanto importante la partecipazione alla decisione della Corte di Cassazione ed alle manifestazioni collegate. La decisione della Corte di Cassazione è importantissima, infatti la conferma di “Omicidio volontario” per un incidente stradale aprirebbe scenari totalmente diversi nelle Aule dei Tribunali al momento cieche e sorde alle richieste di giustizia delle vittime e dei familiari superstiti. Mi auguro che si pensi ad un coinvolgimento collettivo nella continuità delle nostre incessanti richieste alla politica ed alla giustizia di questo paese, indipendentemente dalla nazionalità e provenienza delle vittime.L’Associazione “Angeli sull’Asfalto” sempre in prima linea per richiedere giusta giustizia e pene certe, sarà a Roma perché quei quattro ragazzi sono anche figli nostri …..

FACCIAMO VEDERE CHE CI SIAMO, NON MOLLIAMO ORA !!!!!

 

Associazione “Angeli sull’Asfalto” Sede Sicilia AGUVS

Lucilla Barbasini Presidente

Be the first to comment on "Terme Vigliatore – Comunicato dell’associazione “Vittime della Strada”"

Leave a comment

Your email address will not be published.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.