Canale di Sicilia – Strage di migranti senza precedenti

Si temono  settecento vittime

CANALE DI SICILIA – L’ennesima strage di migranti sarebbe avvenuta a circa 60 miglia a nord della Libia. Un peschereccio con a bordo circa 700 persone  si è capovolto la scorsa notte nel Canale di Sicilia, in acque internazionali. Un mercantile dirottato nella zona ha recuperato solo 28 superstiti. A fornire una stima del numero delle persone a bordo del natante sarebbe stato proprio uno dei sopravvissuti al naufragio. Sembra, da una prima ricostruzione, che a bordo ci siano stati dei momenti di agitazione al momento dell’avvistamento di un mercantile portoghese giunto per i soccorsi e che quindi il barcone si sia capovolto. Dal peschereccio era stata lanciata ieri una richiesta di aiuto al centro nazionale soccorso della Guardia Costiera poiché era stato riferito che l’unità con circa 700 migranti a bordo, aveva difficoltà di navigazione. La sala operativa del Comando generale delle Capitanerie di porto ha dirottato un mercantile portoghese, che giunto in prossimità del mezzo in difficoltà, ha visto il peschereccio capovolgersi. Sembra che alla vista del mercantile, i migranti si siano portati tutti su un lato del peschereccio, facendolo capovolgere. Sono iniziate frenetiche operazioni di soccorso che hanno consentito di recuperare 28 persone finite in mare. Nella zona sono stati dirottati numerosi altri mezzi che sono ora impegnati nelle ricerche di eventuali altri superstiti. A coordinare i soccorsi la guardia costiera  e dalla marina italiana.

Be the first to comment on "Canale di Sicilia – Strage di migranti senza precedenti"

Leave a comment

Your email address will not be published.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.