Messina – Ucciso per un parcheggio , l’omicida ha soli 20 anni

Incastrato dalle telecamere l’omicida di Salvatore La Fauci, ucciso per un posto in parcheggio

MESSINA – Roberto Mangano, 20 anni, incensurato, accusato di aver ucciso ieri pomeriggio Salvatore La Fauci, 55 anni, per un parcheggio è stato arrestato. Colpito all’addome, La Fauci era stato soccorso e trasportato al Policlinico Universitario, dov’era poi deceduto. Gli investigatori della Squadra Mobile hanno esaminato le immagini delle telecamere di videosorveglianza presenti nella zona dell’aggressione e hanno ascoltato le testimonianze di numerose persone: in base a questi elementi sono risaliti all’indagato. L’omicida, noncurante delle condizioni della vittima, è andato nel bagno del bar più vicino a lavarsi le mani e poi è fuggito disfacendosi dell’arma. Braccato dalla polizia, ieri sera si è costituito in questura. Tutto è avvenuto poco dopo le 18 di ieri sul viale San Martino, nella zona di Provinciale, sotto gli occhi di diversi testimoni che hanno consentito ai poliziotti di ricostruire l’accaduto nei dettagli: inizialmente si era detto che l’alterco era nato per un parcheggio conteso. Conoscendo la sua identità, anche grazie alle immagini dei sistemi di videosorveglianza, i poliziotti lo hanno cercato sia nella sua abitazione che a casa della fidanzata, oltre che nei luoghi che abitualmente frequenta, prima che Mangano si consegnasse. Su disposizione del pm Anna Maria Arena è stato accompagnato nel carcere di Messina-Gazzi. Dovrà ora rispondere di omicidio aggravato.

Be the first to comment on "Messina – Ucciso per un parcheggio , l’omicida ha soli 20 anni"

Leave a comment

Your email address will not be published.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.