Capo D’Orlando – La storia di Roberta, esiste un farmaco per curarla ma l’Asp glielo nega

Quei farmaci vitali negati agli italiani

di Sergio Granata

CAPO D’ORLANDO (ME) – Roberta ha 26 anni e da 15 è affetta da una malattia molto rara. Si chiama “Gastroenterite eosinofila”, una sorta di allergia al cibo che, a poco a poco, si sta estendendo alla quasi totalità degli alimenti. Porta come conseguenze il calo di peso, forti dolori addominali e, curata con farmaci tradizionali (tra cui il cortisone) ulteriori scompensi.
In Italia ne sono colpite poche decine di persone.
Scoperta la patologia di Roberta, i medici del Papardo di Messina le hanno prescritto una dieta liquida fatta da un prodotto che gli stessi sanitari hanno giudicato nel loro referto “indispensabile ed insostituibile”. Un prodotto che contiene tutte le sostanze necessarie per l’organismo, il cui costo si aggira sui 3.500 euro al mese.
Lo scorso luglio, l’Asl di Sant’Agata Militello, ha autorizzato la fornitura del prodotto, riconoscendo la cronicità e l’azione invalidante della patologia ma pochi giorni dopo i familiari di Roberta, che vivono in contrada Piscittina a Capo d’Orlando, hanno ricevuto una lettera dal direttore sanitario dell’Asl di Messina con la quale non si ratificava l’autorizzazione alla concessione gratuita dell’integratore.
Secondo l’azienda sanitaria, infatti, il decreto assessoriale del 2009, non contemplava l’alimento farmaceutico tra quelli prescrivibili.
I familiari della ragazza, quindi, dovranno farsi carico di ogni spesa per non privarla di un prodotto senza il quale rischia di morire.
Inutile una lettera all’assessorato regionale alla Sanità (che non ha degnato di risposte la donna) e, sino ad oggi, inutile anche un ricorso d’urgenza presentato al Tribunale di Patti per imporre all’Asl di prescrivere le confezioni per la paziente. Dopo 40 giorni non si hanno notizie dal fronte giudiziario.
In gioco, però, resta una giovane vita che la scienza potrebbe aiutare, se la burocrazia volesse.

Be the first to comment on "Capo D’Orlando – La storia di Roberta, esiste un farmaco per curarla ma l’Asp glielo nega"

Leave a comment

Your email address will not be published.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.