Frane a Gioioisa Marea – Lettera di Giuliana Scaffidi ai gioiosani

Parliamo ancora  di incontri per fare il punto sull’iter per la realizzazione dello svincolo?

Cittadini gioiosani

Il nostro piccolo paradiso, meta incontrastata di tanti affettuosi turisti, oggi piange lacrime amare.
Si è ripresentato, dopo l’annuale, cauto avviso, il problema “Frane a Gioiosa Marea “.
Dall’alto, le grandi mani del Buon Dio sono riusciti a prendere per i capelli…tutti.
Gli avvisi sono stati molteplici, diversificati, chiari, evidenti…ma non vi è peggior sordo di chi non vuol sentire e la stessa cosa dicasi di chi non vuol vedere.
A dispetto ed a discapito di chi?
Di noi cittadini. Di un mancato sviluppo economico che ha messo sotto i piedi quel poco che ci permetteva di vivere con dignità.
Di un ‘emergenza che non riusciamo più a tolletare.
Di una mercanzia locale a cui sono state chiuse tutte le porte di ingresso.
Ed ora?
Ed ora sono stanca, avvilita, nauseata e non accetto.

“L’incontro già programmato la scorsa settimana è servito per fare il punto sull’iter per la realizzazione dello svincolo autostradale sul viadotto del Torrente Zappardino dell’A20.”

Resto basita. A 20 anni, forse 30, di reiterato problema,  ancora parliamo di incontri per fare il punto sull’iter per la realizzazione dello svincolo?
Ciò che leggo è qualcosa   che mi disturba.  E senza alcuna perplessità mi chiedo cosa è  stato fatto per inoltrarci in un iter che oggi, doveva essere alla fase conclusiva?
Se ancora siamo alla discussione per il fare il punto.
Ma nessuno deve prendere in giro nessuno perche’ a questo stato di cose mi ribello.
Mi sembra che tutto tace,  ed a parlare siano solo  l’indifferenza, l’ imorovvisazione, la goliardia gioiosana.
Ma non è questo il caso.
Le parole, cari politici, non servono a nulla.
VOGLIAMO FATTI CONCRETI.
RISPOSTE. NON DOMANDE.
CERTEZZE…NON BLA BLA.

VOGLIAMO I FATTI.
ALTRO È IL MIO SPIRITO DI LOTTA. ALTRO CHIEDO ALLA LOTTA.
SMETTIAMOLA CON GLI SPOT ELETTORALI.
LO SVINCOLO SI DEVE FARE.
LO RICHIEDE LA GENTE.
E ne dobbiamo prendere atto.
Nessuno, sia ieri che oggi, ha puntato su questa opera, rimanendo solo un buon punto di un programma elettorale ben allestito.

Ma l’attività programmatica   SINO AD OGGI DOVE È STATA?
I TEMPESTIVI INTERVENTI DOVEVANO DIVENTARE CONTINUATIVI.
DOVEVANO ASSICURARE PROTEZIONE.  DARE CERTEZZE.
Ed oggi, l’unica certezza che forse abbiamo, è quella di fare Unione, dalla quale può nascere un viale da percorrere insieme sino ad arrivare al bivio chiamato SOLUZIONE.

Giuliana Scaffidi

Be the first to comment on "Frane a Gioioisa Marea – Lettera di Giuliana Scaffidi ai gioiosani"

Leave a comment

Your email address will not be published.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.