Controlli nell’area nebroidea dopo l’attentato ad Antoci: arrestato un allevatore

Arrestato un allevatore per detenzione di armi e ricettazione

SANTA’AGAT DI MILITELLO (ME) – Proseguono le indagini dei Carabinieri di Messina insieme allo Squadrone Eliportato “Cacciatori” nell’area nebroidea della provincia, dopo l’attentato sventato mercoledì sera ai danni Presidente dell’Ente Parco dei Nebrodi, Giuseppe Antoci. Ieri pomeriggio sono scattate le manette per Giuseppe Musarra, allevatore di Sant’Agata . L’uomo, classe 1970, è accusato del reato di detenzione illegale di armi e ricettazione. Durante la perquisizione degli agenti, avvenuta nell’azienda agricola dell’accusato, sono stati rinvenutiun fucile doppietta calibro 12, marca “Ruschetta”, completo di munizionamento, nscosto in un sacco di iuta, confuso tra altri ferri. L’arma, detenuta illecitamente, è risultata inoltre essere stata rubata a Caronia alla fine del 2011. Adesso il Musarra, in attesa del processo per direttissima si trova ristretto agli arresti domiciliari.

Be the first to comment on "Controlli nell’area nebroidea dopo l’attentato ad Antoci: arrestato un allevatore"

Leave a comment

Your email address will not be published.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.