Vasto incendio a Calatabiano rompe la condotta idrica e Messina rimane nuovamente senza acqua

Ritorna l’incubo per i messinesi. In città è nuova emergenza idrica. Un incendio ha distrutto il by pass di Calatabiano, il provvedimento tampone concepito per ripristinare la condotta del Fiumefreddo

MESSINA – Danneggiata da un vasto incendio la condotta idrica “Fiumefreddo”. Stamattina alle 5 le fiamme che hanno avvolto la collina di Calatabiano hanno provocato la rottura d almeno 150 metri della nuova tubazione realizzata a seguita della frana che nell’ottobre scorso causò una terribile emergenza idrica. La fuoriuscita di acqua si è riversata nel quartiere di Manganelli a Calatabiano, fino all’arrivo dei vigili del fuoco. L’erogazione è stata immediatamente chiusa per evitare danni più pesanti. Un primo sopralluogo è stato eseguito dal sindaco di Calatabiano, Giuseppe Intelisano, unitamente al vice sindaco Antonio Moschella,  mentre si attende l’arrivo di personale tecnico del Dipartimento della Protezione civile regionale. Pronto anche l’intervento dell’Amam che ha bloccato l’erogazione, e sta attivando il bypass con l’ Alcantara, che dovrebbe garantire una erogazione sebbene con una portata di molto inferiore a quella di Fiumefreddo, e che era stato realizzato in attesa che la protezione civile mettesse in sicurezza la collina durante l’ultima emergenza. L’Amam ha intanto deciso di conservare maggiori scorte di acqua nei serbatoi cittadini, in attesa di comprendere i tempi di ripristino della condotta e programmare una distribuzione minima.

Be the first to comment on "Vasto incendio a Calatabiano rompe la condotta idrica e Messina rimane nuovamente senza acqua"

Leave a comment

Your email address will not be published.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.