Si fingevano ciechi, ma giocavano alle slot machine e intanto intascavano la pensione

Accusati di truffa dalla guarda di finanza di Barcellona Pozzo di Gotto, avrebbero percepito oltre 600 mila euro

BARCELLONA POZZO DI GOTTO (ME) – La Guardia di Finanza ha individuato e denunciato a Barcellona cinque “falsi invalidi” accusati di truffa. Avrebbero dichiarato un falso stato di cecità, al fine di percepire indebitamente nel tempo oltre seicentomila euro tra pensioni di inabilità e indennità di accompagnamento.
Le Fiamme Gialle hanno ripreso i cinque mentre girovagavano tra le vie di Barcellona schivando, nel traffico cittadino, ostacoli e auto in transito e in sosta, scegliendo prodotti tra gli scaffali dei supermercati e, in un caso, giocando anche alle slot-machine.
Quattro dei cinque indagati sono uomini di età compresa tra i 40 e i 60 anni che, sulla carta, figuravano come “non vedenti assoluti”, mentre una quinta persona, una donna di 78 anni, risultava affetta da cecità parziale, ossia con un residuo visivo non superiore a un ventesimo in entrambi gli occhi.

Be the first to comment on "Si fingevano ciechi, ma giocavano alle slot machine e intanto intascavano la pensione"

Leave a comment

Your email address will not be published.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.