Coronavirus- Un’ala del policlinico “Martino” ed il “Cutroni Zodda” diventano Covid-Hospital

MESSINA-Covid-Hospital – Una manovra, quella approvata su proposta dell’assessore Ruggero Razza, che coinvolge l’intero sistema sanitario siciliano. Si tratta di Aree sanitarie già esistenti che si occuperanno in via esclusiva del trattamento dei pazienti affetti dal Covid 19. Saranno dislocate in varie aree della Sicilia, in modo così di coprire l’eventuale fabbisogno per tutto il territorio. Potranno essere sia pubbliche che private appartenenti o integrate con il Servizio sanitario regionale. La ricognizione effettuata dall’assessorato con il management delle Aziende sanitarie ha già individuato alcuni siti come potenziali Covid-Hospital: l’ospedale di Partinico nel Palermitano; una palazzina dell’ex ospedale «Vittorio Emanuele» di Catania e il «Gravina» di Caltagirone nella provincia etnea; un’ala del Policlinico “Martino» di Messina e il «Cutroni Zodda» di Barcellona Pozzo di Gotto ; parte dell’”Umberto I» di Enna; il “Maggiore» di Modica in provincia di Ragusa; un piano dell’”Umberto I» di Siracusa e non si escludono individuazioni di ulteriori siti.

Be the first to comment on "Coronavirus- Un’ala del policlinico “Martino” ed il “Cutroni Zodda” diventano Covid-Hospital"

Leave a comment

Your email address will not be published.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.