Proseguono senza sosta le ricerche del piccolo Gioele

Caronia (Messina) – Proseguono in maniera incessante le ricerche del piccolo Gioele, il bambino scomparso insieme alla sua mamma, la deejay Viviana Parisi, ritrovata morta lo scorso 8 agosto sotto un traliccio nei boschi di Caronia nel messinese. Le ricerche proseguono senza soste,  diversi uomini infatti, stanno continuando a setacciare tutta la zona attorno al luogo della sparizione, fino a un diametro di circa 2 km dal luogo del ritrovamento, ma del piccolo Gioele nessuna traccia.  Alle ricerche sono intervenuti anche i Cacciatori di Sicilia dei Carabinieri per controllate anche nelle zone più impervie. Tante al momento le ipotesi al vaglio degli inquirenti, che non stanno lasciando nulla al caso per cercare di potere ricostruire al meglio questa ingarbugliata vicenda, anche se il campo di azione sembra che sia stia per restringersi per quanto riguarda la morte di  Viviana Parisi, in quanto le fratture multiple sul corpo sarebbero compatibili sia con una caduta dall’alto, quindi dal pilone del traliccio, sia con una aggressione di animali selvatici o cani di grossa taglia. Ma sono solo ipotesi al vaglio degli inquirenti. Intanto,  gli inquirenti, stanno revisionando tutti i video registrati dai droni che in questi giorni sono stati fatti girare nella zona del ritrovamento, magari si riuscirà ad individuare un oggetto che appartiene al bambino. Ma, come emerge da un video al vaglio degli inquirenti, fino al momento dell’incidente il bambino era con la madre “ed era vivo”. “Si vede la faccia e si vede che è vivo, l’immagine è chiara – ha spiegato il Procuratore di Patti, Angelo Vittorio Cavallo, che coordina l’inchiesta – E questo rende quantomeno più fondata l’ipotesi che nell’incidente stradale il bambino fosse con la madre. Parliamo di ipotesi, perché resta comunque un “buco” di 10 minuti”. Quei dieci minuti sono il tempo impiegato da Viviana Parisi per raggiungere con la sua Opel Corsa il casello autostradale di Sant’ Agata. Ma non è l’unico video in possesso degli investigatori. Che fine ha fatto Gioele? Sono trascorse due settimane dalla scomparsa del bambino ed è quello che si chiedono in tanti.

Be the first to comment on "Proseguono senza sosta le ricerche del piccolo Gioele"

Leave a comment

Your email address will not be published.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.