L’Agnello diventato Iena

Nella foto Fabio Agnello

PALERMO – “L’Agnello diventato Iena”, è stato questo il tema dell’incontro organizzato dall’associazione Mosaico in collaborazione con Iniziativa Territoriale, a cui ha preso parte Fabio Agnello, noto collaboratore della trasmissione televisiva “Le Iene”. Un incontro che è servito per condividere insieme con Fabio una serata aperta al pubblico per cercare di ricostruire il suo percorso professionale, cosi da scoprire come un “Agnello” sia diventato Iena. L’occasione è stata utile per discutere con un testimone d’eccezione delle problematiche che spingono molti giovani meridionali a lasciare la terra d’origine e investire le loro capacità altrove. Fabio infatti, è approdato a Milano subito dopo il fortunato servizio sulle accise e da allora collabora stabilmente con Le Iene. “Un colpo di fortuna – commenta Fabio – anche se, penso di aver aiutato la sorte”. “Quando sono arrivato a Milano, ero solo l’ultimo di tanti amici che si erano trasferiti lı̀ per lavoro – racconta – il giorno del mio compleanno ho pensato di chiamarli…ci siamo ritrovati in quaranta!” Dà la misura del fenomeno migratorio che è anche una questione economica: sono migliaia i giovani che producono e spendono lontano dalla Sicilia, oltre a investire ingenti capitali per la loro formazione, ma fuori. E tuttavia, ci rincuora la marcata sicilianità che pervade ogni video e ogni inchiesta affrontata da Fabio. Non solo, nei suoi lavori l’appartenenza all’isola diventa un contenuto e al contempo una riflessione: non è la solita ironia fra il sole di Palermo e la nebbia di Milano, fra la leggendaria arancina e il più delicato supplı̀, ma umorismo utile a guardarsi allo specchio.

Be the first to comment on "L’Agnello diventato Iena"

Leave a comment

Your email address will not be published.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.