TN24 Notizie

Numeri importanti nella raccolta sangue per l’AVIS di Mistretta

MISTRETTA (ME) – Un grandissimo risultato è stato ottenuto dall’Avis Amastra, che con le 500 sacche di sangue in un anno e ancora ci sono altre due raccolte da effettuare, si può fregiare di questo grandissimo risultato ottenuto che in questo 2020, per una raccolta da record donazione per questo territorio. Un risultato che gratifica tutti i componenti dell’associazione donatori sangue amestratina, anche perché questi numeri sono frutto di lavoro, sinergia e tanto spirito di solidarietà che contraddistingue l’Avis mistrettese, che avuto il merito di sensibilizzare tutto il comprensorio circostante contribuendo in maniera attiva al raggiungimento di questi risultati importanti. Il buon lavoro effettuato dall’associazione amastratina nel corso di questi anni viene testimoniato anche dall’incremento degli iscritti, la maggior parte tutti giovanissimi per una media età che non supera i 23 anni. Questo dimostra come sia sempre più crescente lo spirito di solidarietà tra le nuove generazioni di questo territorio, e di questo ne va fiero il presidente Sebastiano Chiella che afferma:

 “un’altra grossa mano d’aiuto ce l’hanno data il gruppo giovani che si è venuto a formare quest’anno con delle ragazze e dei ragazzi che collaborano nella raccolta e di volta in volta hanno portato altri giovani.Quindi la crescita è dovuta a un insieme di cose – dichiara Chiella – a un’autonomia che abbiamo acquisito in quanto ormai noi il sangue lo raccogliamo da soli, non viene più nessuno da fuori a raccoglierlo, alla dottoressa che siamo riusciti a formare, agli infermieri. E’ stato un insieme di cose che ci ha fatto raggiungere un risultato veramente sorprendente e che ci riempie di gioia a tutti per l’assistenza che riusciamo a dare così ai malati”

L’Avis Amastra abbraccia un territorio che a livello di popolazione non può essere paragonato ad altre grandi realtà provinciali che, però, non hanno raggiunto i numeri ottenuti dalla piccola realtà amastratina. In un anno particolare come questo 2020 contraddistinto dalla pandemia da covid 19, raccogliere 500 sacche di sangue significa che la solidarietà non conosce ostacoli e non teme nessuna pandemia.

Exit mobile version