L’artista messinese Domenico Boscia realizza per il nuovo prospetto della Questura di Bergamo, l’emblema e le fasce tricolori in pietra lavica ceramizzata.

MESSINA – L’artista siciliano Domenico Boscia, docente di progettazione Design Ceramica al Liceo artistico di S. Stefano di Camastra  è stato il regista per la realizzazione di un importante opera di riqualificazione della facciata della Questura di Bergamo. L’artista originario di Motta d’Affermo, piccolo centro montano della provincia di Messina, ha coordinato il lavoro portato avanti in sinergia con la professoressa Anna Scaramuzzi e con gli allievi del Liceo Artistico “Giacomo e Pio Manzù”. Pittore, scultore e finissimo decoratore di ceramica, Domenico Boscia è uno dei maestri siciliani più originali e richiesti del panorama contemporaneo.

“Essere considerato un “artigiano dell’arte” mi rende orgoglioso – ci ha dichiarato Boscia – soprattutto per la formazione che sin da piccolo ho ricevuto in bottega. Ogni opera, ogni creazione, ogni idea o progetto che prende forma è una parte di me a cui do vita”.

Si tratta di un progetto che è stato ideato dagli allievi del Liceo Artistico Giacomo Manzú di Bergamo con la professoressa Anna Scaramuzzi che ha avuto la funzione di referente responsabile, con il professore Domenico Boscia che ha contribuito con l’integrazione delle fasce colorate e l’emblema della Repubblica. C’è voluto un anno di lavoro prima di arrivare ad avere questi risultati, un lavoro che ha permesso di dare un nuovo e rinnovato volto alla sede della Questura di Bergamo.  Si tratta di una iniziativa che intreccia cose molto significative come il coinvolgimento del territorio, che sia la pietra pregiata che siano i ragazzi del liceo artistico Manzù, allorquando la nostra Istituzione viene vissuta dai territori come cosa propria, come cosa che appartiene al territorio, che appartiene alla comunità la cui sicurezza in qualche modo c’è stata affidata. E poi i simboli, l’emblema della Repubblica nella sede della Questura sta a significare che la Questura è la sede dell’autorità provinciale di pubblica sicurezza ed è la sottolineatura della cifra del nostro essere su quel territorio. Il restyling come detto ha riguardato il prospetto della Questura di Bergamo, si è puntato su qualcosa che il tempo non possa ferire, come l’utilizzo della pietra lavica ceramizzata, per perseverare la bellezza dell’opera, i loro colori, la lucentezza, un materiale straordinario che si adatta a qualsiasi ambiente e mantenere intatta la propria bellezza. Lunghe scie tricolori attraversano la facciata rosso cupo del palazzo, fino ad approdare allo stemma della Repubblica. È questo il nuovo volto della Questura di Bergamo, da quando è stato tolto il telo al progetto che ha coinvolto artisti, studenti, fondazioni e aziende per creare un nuovo simbolo per il complesso che ospita la polizia di Stato. Il tutto in marmo bianco di Zandobbio e pietra lavica ceramizzata, studiata dai ragazzi e progettata dall’artista siciliano Domenico Boscia.

Be the first to comment on "L’artista messinese Domenico Boscia realizza per il nuovo prospetto della Questura di Bergamo, l’emblema e le fasce tricolori in pietra lavica ceramizzata."

Leave a comment

Your email address will not be published.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.