Un gruppo stefanese “Pupa Bianca cu’ l’ali e le Matrangele con maioliche stefanesi”, ha preso parte alla finalissima del concorso de La Maschera più Bella del carnevale di Venezia

S. STEFANO DI CAMASTRA (ME) – In attesa di poter tornare a celebrare la stagione del Carnevale, come vuole la tradizione, Venezia offre, in questo anno del tutto eccezionale, un’esperienza alternativa e in un certo senso ‘ribaltata’: sarà il Carnevale ad entrare nelle case e a far sperimentare la “distanza necessaria” per una festa vissuta in sicurezza. La magia del rinomato Carnevale di Venezia arriva quindi a casa, attraverso gli schermi personali, dalle sue maschere più famose ai costumi e ai travestimenti, dal teatro alla trasgressione. Una serie di appuntamenti programmati ogni giorno durante le puntate e poi sui canali social, l’approfondimento Storie di Carnevale permetterà di scoprire, attraverso 40 brevi video appositamente realizzati per l’edizione 2021, i protagonisti del Carnevale artisti, artigiani, costumisti. In questo contesto non poteva mancare il tradizionale concorso de La Maschera più Bella, dedicato alle persone di tutte le età, che abitualmente sollecita le fantasie creative più originali sul Palco di San Marco e che quest’anno diventa digitale, come nel caso del gruppo siciliano “Pupa Bianca cu’ l’ali e le Matrangele con maioliche stefanesi” composto da sette donne amanti del carnevale che hanno deciso di reinterpretare questo oggetto della tradizione ceramica di S. Stefano di Camastra.

Il gruppo stefanese, dopo aver superato la selezione dall’attenta e qualificata giuria di esperti della manifestazione sono approdate in finalissima, con gli originali abiti rigorosamente fatti a mano e che riprendono la tradizione e i decori della ceramica stefanese. Pur nelle difficoltà legate alla pandemia, le signore coinvolte non hanno voluto abbassare la guardia, un modo semplice per dare un segno di continuità e di volontà di tornare alla normalità, pur nel rispetto delle norme sanitarie imposte dal momento.

Quest’anno, per ovvie ragioni, si sono studiate nuove strategie per festeggiare il Carnevale in maniera diversa, senza i grandi eventi in Piazza, ma sfruttando le nuove tecnologie per riuscire comunque a veicolare il messaggio di gioia e ottimismo che da sempre l’ha caratterizzato.

Be the first to comment on "Un gruppo stefanese “Pupa Bianca cu’ l’ali e le Matrangele con maioliche stefanesi”, ha preso parte alla finalissima del concorso de La Maschera più Bella del carnevale di Venezia"

Leave a comment

Your email address will not be published.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.