Permangono stabili ma gravissime le condizioni dell’avvocato Mario Turrisi

Ph. di Massimo Raimondi

TUSA (ME) – Permangono stabili ma gravissime le condizioni dell’avvocato 45 enne Mario Turrisi, ricoverato in Rianimazione al Policlinico Universitario di Messina, che alle 13,30 della giornata di ieri un comunicato della struttura ospedaliera lo dava come morto, mentre il legale è tenuto ancora in vita dalle macchine.  Anche la nostra testata era stata tratta in inganno sull’accaduto diffondendo una notizia non veritiera, e di questo ce ne scusiamo con parenti e amici per lo spiacevole equivoco. Sono ore di ansia per un professionista molto conosciuto, Mario Turrisi è stato assessore comunale nel comune in cui risiede Tusa dal 2006 al 2008 e consigliere comunale dal 2008 al 2013. Molto attivo anche nel settore culturale, è infatti presidente di un’associazione teatrale del posto oltre ad essere un componente della Camera penale di Patti. Il calvario di Mario Turrisi ha avuto inizio lo scorso 12 marzo, giorno in cui gli è stato somministrato una dose del vaccino AstraZeneca nella struttura di Mistretta insieme ad altri suoi colleghi avvocati. A distanza di qualche giorno ha cominciato ad accusare i primi malori, con la situazione che è peggiorata a Pasqua, quando è sopraggiunta un’emorragia cerebrale e quindi il ricovero al Policlinico di Messina dov’è giunto privo di conoscenza. Da ieri mattina le sue condizioni di salute si sono aggravate ulteriormente. Stando ai primi accertamenti non ci sarebbe alcuna correlazione tra il malore e la somministrazione del vaccino, ma il caso è stato segnalato all’Aifa.  Quest’ultima vicenda allunga la lista dei casi sospetti nell’Isola.

Be the first to comment on "Permangono stabili ma gravissime le condizioni dell’avvocato Mario Turrisi"

Leave a comment

Your email address will not be published.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.