DOCENTE VINCE AL TRIBUNALE DI CATANIA: SI’ A TRASFERIMENTO DAL 2016, RICOSTRUZIONE DI CARRIERA CON SERVIZIO PRE RUOLO E VALORE RETRIBUTIVO DELLA FASCIA 3-8 ANNI

Lo staff al completo dello studio dell'avv. Di Salvo

S. STEFANO DI CAMASTRA (ME) – Ancora una bella storia finita a lieto fino per quanto riguardano le questioni sottoposte all’attenzione del  Tribunale di Catania con il   ricorso patrocinato dall’avv. Santina Franco ( studio Di Salvo – foro di Patti)   e decise con la sentenza n.2043 del 23.04.2021,  corrispondono a quelle  che hanno animato ed agitato il settore scolastico negli ultimi anni e che hanno interessato tutta una categoria di docenti, vittime di gravi pregiudizi non solo alla propria dignità professionale, a causa della ingiusta discriminazione perpetrata negli anni tra servizio di ruolo e non di ruolo, ma anche a beni primari e costituzionalmente garantiti, tra cui il  diritto all’unità familiare,  a causa dei  discutibili esiti della mobilità straordinaria del  2016.

Sul punto la sentenza in commento, in totale accoglimento delle richieste formulate dall’avv. Santina Franco, ha statuito il principio per cui in materia  di mobilità territoriale  la scelta della sede deve soggiacere al prevalente criterio meritocratico del punteggio,  statuendo pertanto l’illegittimità  della mobilità 2016 che, in violazione del criterio meritocratico,  ha assegnato in via definitiva gli ambiti corrispondenti alle prime preferenze espresse dalla ricorrente   a docenti che, per avere partecipato alla fase B3 ( idonei al concorso 2012), hanno beneficiato di un illegittimo accantonamento di posti nella provincia di reclutamento, senza godere di documentate precedenze e con un punteggio inferiore a quello posseduto dalla ricorrente.

La sentenza in questione, come anticipato in premessa, ha anche   affrontato  il tema della ricostruzione di carriera in relazione al servizio pre ruolo, riconoscendo,  in adesione alla normativa comunitaria, il  diritto della ricorrente alla medesima progressione professionale dei docenti di ruolo  e al relativo  collocamento nella corrispondente posizione stipendiale  in relazione all’effettivo insegnamento preruolo;  il diritto a godere del trattamento corrispondente allo scaglione stipendiale dei docenti che, sebbene in ruolo, hanno la stessa anzianità, e dunque, nello specifico, a godere del trattamento proprio dello scaglione stipendiale 3-8 previa applicazione della la clausola di salvaguardia prevista dall’articolo 2 del C.C.N.L. del 4.8.2011; il diritto a percepire le  differenze retributive maturate e non corrisposte durante il servizio a tempo determinato.

Be the first to comment on "DOCENTE VINCE AL TRIBUNALE DI CATANIA: SI’ A TRASFERIMENTO DAL 2016, RICOSTRUZIONE DI CARRIERA CON SERVIZIO PRE RUOLO E VALORE RETRIBUTIVO DELLA FASCIA 3-8 ANNI"

Leave a comment

Your email address will not be published.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.