Tusa, completati i lavori di resturo del Calvario

Ph. Aurelio Cristina

TUSA (ME) – Con una sobria cerimonia di inaugurazione è stata aperta alla fruizione del pubblico dopo i lavori di restauro che hanno riguardato il Calvario, l’originale struttura a forma di cuore esistente nel Comune di Tusa. L’un’opera ricca di storia legata soprattutto alla drammatizzazione della passione di Cristo richiamata sin dagli anni della costruzione. Ancora oggi, infatti, è palcoscenico della rappresentazione della Via Crucis a cui l’intera comunità tusana partecipa in maniera molto attiva. Gli interventi hanno riguardato: il rafforzamento in fondazione dei muri del Calvario, con pietra calcarea e calce idraulica, al fine di eseguire un ingrossamento delle fondazioni esistenti; il ripristino dei prospetti dei muri e intonaco con calce idraulica e coccio pesto; la pavimentazione dei percorsi viari con selciato incerto e orlatura in pietra sbozzata a mano; la manutenzione ordinaria della copertura del corpo di fabbrica adiacente il Calvario; il recupero della ringhiera, del cancello di accesso della grata nel corpo edicola, delle croci in ferro secondo l’originario disegno; la realizzazione dell’illuminazione, in modo da assicurare una luce diffusa lungo il percorso; la realizzazione impianto di smaltimento delle acque meteoriche. Inoltre, è stata restaurata l’edicola votiva posta in basso all’ingresso del Calvario con ripristino della cornice, della sagoma degli angeli posti nella parte alta dell’edicola. I lavori hanno poi riguardato la demolizione e ricostruzione, nella parte centrale, in quanto ritenuta non stabile a causa di cedimento rotazionale, della seduta posta fronte all’abside. È stata ricostruita con calce idraulica insieme al medesimo materiale proveniente dalla demolizione, previa selezione nonché pulitura. La ricostituzione del muro a secco interno posto a tergo delle scalinate perimetrali che conducono all’abside del Calvario è stata effettuata con il medesimo materiale, selezionato pulito allettato con calce idraulica ma con faccia vista a secco al fine di riprodurre più fedelmente possibile lo stato dell’arte dell’era di costruzione dello stesso. Il muro si presentava crollato in diverse porzioni a causa principalmente delle infiltrazioni delle acque piovane proveniente dal terreno di monte. Detto intervento è stato completato con il posizionamento a tergo del muro di un tubo dreno ricoperto con materiale di piccola pezzatura proveniente da cava ricoperto in sommità con terreno vegetale del sito atto a rendere invisibile l’intervento. Le acque di infiltrazione raccolta da detto tubo dreno sono state convogliate sino al recapito finale. Questa scelta certamente limiterà il rischio di futuri crolli di detto materiale dovuto all’infiltrazione delle acque piovane garantendo quindi nel tempo minore oneri di gestione e di manutenzione. È stata, altresì, realizzata la pavimentazione dell’area esterna con la collocazione di un ciglione perimetrale lungo tutto il tratto di strada interessato, ricorrendo alla medesima tipologia di quello previsto all’interno del Calvario.

Be the first to comment on "Tusa, completati i lavori di resturo del Calvario"

Leave a comment

Your email address will not be published.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.