S. Stefano di Camastra, ha preso il via l’attività del gruppo consiliare Noi per S. Stefano, partite le prime interrogazioni.

S. STEFANO DI CAMASTRA (ME) – Il Gruppo consiliare “Noi per S. Stefano”, si è già messo al lavoro presentando al Sindaco Francesco Re due interrogazioni: una sulle riserve idriche ed una sul fenomeno del randagismo. Quella sulle riserve idriche viene portata avanti perché di fronte ad una drammatica contingenza ambientale ed economica bisogna prendere dei provvedimenti, in quanto il protrarsi di questo periodo di siccità, sia per l’approvvigionamento idrico in agricoltura, sia per quello di uso civile, è fonte di seria preoccupazione. Inoltre, con ordinanza sindacale n. 16 del 30.06.2022 è stato disposto il divieto di uso potabile dell’acqua delle fontane pubbliche site nel territorio comunale, oltretutto, è noto il progressivo calo delle risorse d’acqua su tutto il territorio stefanese. Pertanto, attraverso questa interrogazione, il gruppo consiliare “Noi per S. Stefano” chiede al primo cittadino risposta scritta per sapere: la dotazione delle riserve idriche del Comune, quali sono le più importanti, e la copertura temporale dell’eventuale approvvigionamento nel territorio; se risulta essere funzionante l’autobotte comunale e su come si intende procedere per limitare gli sprechi d’acqua per la tutela delle risorse idropotabili nel periodo estivo. Inoltre, viene chiesta copia della nota prot. n. 6780 del 21/06/2022 trasmessa dal soggetto incaricato delle analisi di autocontrollo delle acque e del Rapporto di Prova n. 726-2022 del 20/06/2022, inerente al Verbale di campionamento n. 17 presso la Sorgente Girasa, con essa trasmesso. Invece per quanto riguarda l’argomento del randagismo, si tratta di un vecchio problema che è stato sollevato già in passato senza aver trovato nessuna soluzione, questo fenomeno sta creando seria preoccupazione e che le segnalazioni di pericolo e di paura da parte di cittadini che hanno subito aggressioni continuano ad aumentare, senza trascurare che tale fenomeno potrebbe essere causa anche di problemi igienico-sanitari ed inoltre,  è assolutamente necessario proteggere gli animali abbandonati. I sottoscritti consiglieri comunali del gruppo Noi per S. Stefano, chiedono al Sindaco di dare risposta scritta per conoscere quali opportune ed immediate iniziative l’Amministrazione Comunale intende porre in essere al fine di contrastare e prevenire il fenomeno del randagismo. Inoltre, è stata presentata una richiesta di autoconvocazione del C.C. per la sottoscrizione di un eventuale protocollo di intesa con il Parco dei Nebrodi per la candidatura a sinergia a valere sul Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza tra il Comune di S. Stefano di Camastra e lo stesso Parco dei Nebrodi.

Be the first to comment on "S. Stefano di Camastra, ha preso il via l’attività del gruppo consiliare Noi per S. Stefano, partite le prime interrogazioni."

Leave a comment

Your email address will not be published.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.