Biden prevede di rimandare i migranti in Messico quando gli attraversamenti illegali supereranno il limite

Il presidente Biden prevede di emettere martedì un ordine esecutivo che interromperebbe l’accesso al sistema di asilo degli Stati Uniti quando gli attraversamenti illegali delle frontiere superano i limiti giornalieri, secondo quattro funzionari dell’amministrazione e persone a conoscenza dei piani.

Secondo i funzionari, che hanno parlato in condizione di anonimato perché non erano autorizzati a discutere l’ordine pendente della Casa Bianca, i migranti verranno rimandati nei loro paesi d’origine o in Messico e non avranno diritto all’asilo una volta attraversato il confine.

La misura è all’esame dell’amministrazione dopo il fallimento della legislazione bipartisan sulle frontiere quest’anno che avrebbe messo in atto un meccanismo simile per congelare l’accesso all’asilo in tempi di sovraffollamento da parte dei funzionari statunitensi. Persone che hanno familiarità con i piani affermano di aspettarsi una media tra 2.500 e 3.000 traversate giornaliere.

Secondo gli ultimi dati governativi, nelle ultime settimane gli attraversamenti illegali lungo il confine tra Stati Uniti e Messico sono stati in media più di 3.500, quindi l’ordine di Biden potrebbe avere effetti immediati.

Durante il culmine della pandemia di coronavirus, i funzionari statunitensi hanno sfruttato l’emergenza sanitaria pubblica per “deportare” rapidamente gli immigrati e deportare i richiedenti asilo arrivati ​​illegalmente. I funzionari hanno affermato che l’ordine previsto da Biden funzionerà in modo simile, mentre gli agenti alla frontiera continueranno a dover affrontare limitazioni tra cui lo spazio di detenzione, la capacità di trasporto e i funzionari incaricati dell’asilo.

La fallita legge sui confini avrebbe fornito miliardi di finanziamenti aggiuntivi per la capacità di deportazione e il trattamento dell’asilo, ma i legislatori repubblicani hanno respinto il disegno di legge dopo che l’ex presidente e candidato repubblicano Donald Trump si è espresso contro.

Biden ha implementato misure lo scorso maggio per reprimere le richieste di asilo da parte degli immigrati che entrano illegalmente negli Stati Uniti, ma molti sono stati rilasciati negli Stati Uniti perché i funzionari di frontiera non hanno la capacità di fermarli.

READ  Polizia nei campus della Columbia e dell'UCLA, proteste che interrompono i college in tutto il paese: aggiornamenti in tempo reale

“La grande domanda per me è se arriverà con risorse aggiuntive”, ha detto Kathleen Bush-Joseph, avvocato e analista presso il Migration Policy Institute di Washington.

I migranti che affermano di temere persecuzioni se rimandati in Messico avranno diritto ai sensi della Convenzione contro la tortura e di altre protezioni previste dalla legge statunitense, secondo i funzionari che hanno familiarità con l’ordine di Biden.

Anche il Messico impone limiti al numero di immigrati che accetta, e non è chiaro se Biden segnalerà una maggiore disponibilità da parte delle autorità messicane a riprendere un numero significativo di immigrati da tutto il mondo.

Man mano che la questione diventa più importante per gli elettori, il presidente si trova in difficoltà politiche al confine. Secondo gli strateghi, l’aumento dell’immigrazione durante il suo mandato, che ha registrato alti e bassi ma spesso ha superato livelli record, rimane una delle sue maggiori passività politiche.

Trump ha continuato ad attaccarlo per le sue politiche di “frontiera aperta” e per quello che ha descritto come “il crimine di immigrazione di Biden”, promettendo di attuare una repressione più dura se vincesse la presidenza.

“I nostri confini verranno chiusi molto presto”, ha detto venerdì Trump, accusando New York di 34 reati di falsificazione di documenti aziendali contro l’immigrazione.

Trump ha compiuto uno sforzo simile per bloccare l’accesso degli immigrati alla protezione dell’asilo statunitense, ma le misure sono rimaste bloccato Si prevede che l’ordinanza di Biden sarà impugnata per motivi simili presso la corte federale nel 2019.

“Dobbiamo rivedere l’ordine esecutivo prima di prendere decisioni relative al contenzioso, ma qualsiasi politica che ponga effettivamente fine all’asilo causerebbe evidenti problemi legali, proprio come l’amministrazione Trump ha cercato di porre fine all’asilo”, ha affermato l’avvocato dell’ACLU Lee Gelernt. In un’intervista di lunedì, è stato consigliere principale su diverse sfide alle politiche di Trump.

READ  Timberwolves vs. Suns: aggiornamenti live di Gara 4

I funzionari statunitensi stimano circa 2 milioni di attraversamenti illegali all’anno al confine meridionale a partire dal 2021. Spesso guidati verso il confine degli Stati Uniti da organizzazioni criminali in Messico, i migranti in genere si arrendono agli agenti di frontiera statunitensi ed esprimono il timore di persecuzioni se rimpatriati: il primo passo verso la richiesta di asilo negli Stati Uniti.

L’ordine di Biden li bloccherebbe se i passaggi superassero il limite giornaliero. I funzionari messicani si sono opposti a lungo al ritorno dei non messicani da parte dei funzionari statunitensi, ma negli ultimi anni i due paesi hanno aumentato significativamente la loro cooperazione nelle attività di controllo dell’immigrazione.

Gli attuali accordi consentono agli Stati Uniti di inviare fino a 30.000 non messicani al confine ogni mese, ma il Messico ha generalmente cercato di limitare i ritorni ai centroamericani e ad altri migranti di lingua spagnola.

Domenica gli elettori messicani hanno eletto a stragrande maggioranza Claudia Sheinbaum, la prima presidente donna del paese, in un voto ampiamente visto come un referendum sul presidente in carica Andrés Manuel López Obrador. Scheinbaum, ottobre. 1, si è impegnato a proseguire la cooperazione di López Obrador con gli Stati Uniti in materia di migrazione.

Sebbene Biden abbia sempre più abbracciato il linguaggio di Trump sull’immigrazione – inclusa la promessa di “chiudere” il confine quest’anno se dovesse essere invaso da attraversamenti non autorizzati – ha faticato a trovare un messaggio che possa soddisfare una coalizione diversificata di elettori. Interagisce con l’amore.

Molti legislatori liberali hanno criticato Biden per la sua dura posizione sul confine, e gli attivisti pro-immigrazione lo hanno accusato di tradire le politiche fondamentali degli Stati Uniti per perseguire politiche di immigrazione più umane dopo il tumultuoso mandato di Trump.

READ  L'8S Gen 3 di Qualcomm si rivolge ai telefoni di fascia alta più costosi

“La decisione di questa amministrazione di criminalizzare gli immigrati – molti dei quali fuggono da pericoli – è profondamente preoccupante e fuorviante”, ha affermato Sarah M. Rich ha detto in una nota.

“Perseguire le persone in cerca di asilo negli Stati Uniti per queste violazioni dell’immigrazione porterà a incarcerare più persone di colore e di colore a scapito delle famiglie e delle comunità di immigrati”, ha detto Rich.

Funzionari della Casa Bianca hanno affermato che Biden continuerà a esplorare diverse opzioni politiche per affrontare la sfida della migrazione.

“Anche se i repubblicani del Congresso scegliessero di ostacolare ulteriori controlli alle frontiere, il presidente Biden non smetterà di lottare per dare ai funzionari delle frontiere e dell’immigrazione le risorse di cui hanno bisogno per proteggere il nostro confine”, ha detto in una nota il portavoce della Casa Bianca Angelo Fernandez Hernandez. .

L’atteso ordine esecutivo è un segnale che alcuni democratici, che intendono martellare i repubblicani per il fallimento dell’accordo bipartisan sui confini a cui Trump si è opposto quest’anno, difficilmente li proteggeranno da una raffica di attacchi sulla questione.

Quando il disegno di legge è fallito per la prima volta al Senato, Biden ha promesso di diffondere il messaggio in tutto il Paese e di incolpare Trump per aver incoraggiato i legislatori a far fallire l’accordo.

Sebbene Biden inizialmente abbia diffuso questo messaggio nei discorsi elettorali, negli ultimi mesi la sua attenzione si è spostata nel capire quanto può ottenere senza il Congresso.

I funzionari della Casa Bianca sostengono da tempo che Biden non può fornire unilateralmente le risorse necessarie per proteggere il confine e hanno invitato il Congresso ad approvare modifiche fiscali e legali che creerebbero un sistema migratorio ordinato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *