Fossile gigante simile a una salamandra trovato in Namibia

Un team di scienziati ha scoperto un predatore all’apice con un cranio di mezzo metro dominato da canini giganti che si nascondevano nell’acqua dolce molto prima dei dinosauri.

Uno studio pubblicato mercoledì Natura Nomina la gara Caysia Jennae – Un tetrapode simile a una salamandra, o vertebrato a quattro zampe, che viveva in quella che oggi è la Namibia. Il suo corpo di otto piedi era il più grande tetrapode mai trovato con dita, e aveva una testa ampia, piatta, a forma di diamante e canini allargati e intrecciati, hanno scritto gli autori. I fossili suggeriscono che si trattasse di un mangiatore a ventosa dotato di un morso potente per catturare grandi prede.

Jason D., co-leader dello studio presso il Negaunee Integrated Research Center presso il Field Museum of Natural History di Chicago. Barto ha detto: “Ha questi enormi canini, denti giganti sulla parte anteriore della bocca. Rapporto.

Claudia A. dell’Università di Buenos Aires e Bardo. Il gruppo di ricerca, guidato da Marsicano, lo ha descritto come un “nuovo tetrapode acquatico, eccezionalmente grande” che “fornisce importanti informazioni sui tetrapodi che abitano alle alte latitudini del Gondwana”, le regioni polari del continente preistorico meridionale.

Anthony Romilio, paleontologo del Dinosaur Laboratory dell’Università del Queensland in Australia, non coinvolto nello studio, ha scritto in una e-mail che si trattava di una “scoperta affascinante” che “sfida la convinzione che i primi animali terrestri (tetrapodi) siano si trova nelle zone umide produttrici di carbone, spesso vicino all’equatore.”

Caasia si è verificato più a sud rispetto ai suoi parenti più stretti che vivevano in quello che oggi è il Nord America e l’Europa”, ha detto. “La scoperta nelle fredde regioni meridionali ad alta latitudine dell’antico supercontinente indica che i primi tetrapodi erano più diffusi e adattabili. ad un clima diverso da quanto si pensava.”

READ  Yellen afferma che le relazioni USA-Cina sono “molto stabili”

Cristiano A. Sidor, professore di paleobiologia all’Università di Washington, non faceva parte del gruppo di ricerca. ha scritto In natura, la scoperta ha contribuito a “colmare una lacuna nella documentazione fossile” perché è stata trovata “in un luogo e in un tempo che nessun paleontologo si sarebbe aspettato”.

Questa creatura visse circa 280 milioni di anni fa Permiano periodo, un unico continente, Pangea – e il periodo che precedette i primi dinosauri di circa 40 milioni di anni. Era Tempo di altri predatori come DimetrodonteUn carnivoro con una vela sul dorso, e ElicaprianoUn pesce simile a uno squalo con denti a forma di spirale.

Caysia Jennae Anche ai suoi tempi era una specie “arcaica”, ha detto Burdo, e circa 40 milioni di anni dopo che la maggior parte dei suoi parenti si estinse, alla fine di un’era glaciale, emersero nuovi lignaggi animali.

Prende il nome dalla formazione Guy-As in Namibia, dove sono stati ritrovati i fossili, e in onore della paleontologa Jenny Clack, morta nel 2020. Gli scienziati hanno messo insieme le informazioni sull’organismo da quattro campioni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *