I leader della NATO affermano collettivamente che “il futuro dell’Ucraina risiede nella NATO” e che la sua traiettoria è “irreversibile”.

Kent Nishimura/Getty Images

I capi di stato posano per una foto di gruppo durante un evento celebrativo del 75° anniversario della NATO il 10 luglio 2024 a Washington, DC.



CNN

I leader della NATO mercoledì hanno collettivamente promesso che “il futuro dell’Ucraina risiede nella NATO” e che il suo percorso è “irreversibile”.

I leader non hanno fornito un periodo di tempo specifico L’Ucraina si unirà all’alleanza di difesa. Invece, hanno detto, “saranno nella posizione di invitare l’Ucraina ad unirsi alla coalizione quando la coalizione sarà d’accordo e le condizioni saranno soddisfatte”.

“Accogliamo con favore i solidi progressi compiuti dall’Ucraina dopo il vertice di Vilnius nelle necessarie riforme democratiche, economiche e di sicurezza”, hanno affermato i leader in una dichiarazione del vertice di Washington rilasciata dopo una riunione del Consiglio Nord Atlantico della NATO.

“Mentre l’Ucraina continua questo importante lavoro, continueremo a sostenerla nel suo percorso irreversibile verso la piena integrazione euro-atlantica, compresa l’adesione alla NATO”, si legge nella dichiarazione.

L’annuncio delinea il continuo sostegno dell’Alleanza a Kiev, compresi nuovi sistemi di difesa aerea per l’istituzione del sistema di assistenza e formazione alla sicurezza della NATO per l’Ucraina (NSATU) e il coordinamento dell’assistenza alla sicurezza e della formazione della NATO all’Ucraina da parte di alleati e partner. ”

Washington ha descritto il percorso dell’Ucraina come “irreversibile” dopo mesi di negoziati diplomatici prima del vertice, punto di contesa tra gli alleati. Prima di rilasciare la dichiarazione, alcuni diplomatici hanno sostenuto che descrivere semplicemente il percorso come “irreversibile” non era sufficiente, ma che ci doveva essere un forte sostegno sotto tale descrizione.

Lo spostamento del coordinamento della formazione e delle attrezzature sotto gli auspici della NATO è visto da molti come un modo per garantire un sostegno continuo a Kiev in caso di rielezione dell’ex presidente degli Stati Uniti Donald Trump. I funzionari hanno tranquillamente espresso preoccupazione per ciò che una seconda presidenza Trump potrebbe significare per l’alleanza di difesa e il sostegno militare a Kiev. La guerra della Russia in Ucraina La situazione è continuata con scarsi segnali di una decisione militare o diplomatica.

READ  Stati Uniti e Regno Unito lanciano attacchi aerei contro obiettivi Houthi nello Yemen

C’è “un crescente e comprensibile scetticismo riguardo al futuro del sostegno occidentale” all’Ucraina, ha detto la settimana scorsa un diplomatico europeo.

La missione della NSATU è quella di “sostenere l’assistenza in materia di sicurezza all’Ucraina e garantire un sostegno rafforzato, prevedibile e coerente”, si legge nella dichiarazione, sottolineando che “non rende la NATO una parte in conflitto, secondo il diritto internazionale”. .”

“Sosterrà la trasformazione delle forze di sicurezza e di difesa dell’Ucraina, consentendo la sua ulteriore integrazione con la NATO”, si legge nell’annuncio.

I leader hanno annunciato un “impegno di sostegno a lungo termine” all’Ucraina, con l’obiettivo di “fornire un finanziamento minimo di 40 miliardi di euro entro il prossimo anno e un livello sostenuto di assistenza in materia di sicurezza per aiutare l’Ucraina a prevalere”.

La dichiarazione esprime “profonda preoccupazione” per “l’approfondimento del partenariato strategico” tra Cina e Russia e “i loro sforzi che si rafforzano reciprocamente per minare e rimodellare l’ordine internazionale basato su regole”.

La dichiarazione definisce Pechino “un fattore determinante nella guerra della Russia contro l’Ucraina attraverso la sua partnership “senza limiti” e il suo sostegno su larga scala alla base industriale della difesa russa” e invita la Cina a “diventare un membro permanente delle Nazioni Unite”. , con specifica responsabilità, deve cessare ogni sostegno materiale e politico allo sforzo bellico della Russia.

Facendo eco alla crescente preoccupazione dell’opinione pubblica da parte degli Stati Uniti e degli alleati europei riguardo al sostegno di Pechino alla guerra della Russia in Ucraina, si osserva che “la Cina non può attuare la più grande guerra in Europa nella storia recente senza incidere negativamente sui suoi interessi e sulla sua reputazione”. L’annuncio afferma inoltre che la Cina “continua a porre sfide sistemiche alla sicurezza euro-atlantica” attraverso “attività informatiche e ibride dannose prolungate, compresa la disinformazione”.

READ  I media iraniani hanno riferito che l'elicottero su cui viaggiava il presidente Raisi si è schiantato

Ha riconosciuto la regione dell’Indo-Pacifico come “vitale per la NATO”, ma non ha raccomandato un ruolo più forte per l’alleanza nella regione.

“Accogliamo con favore il continuo contributo dei nostri partner dell’Asia-Pacifico alla sicurezza euro-atlantica”, ha affermato. “Stiamo rafforzando il dialogo per affrontare le sfide interregionali e rafforzando la nostra cooperazione pratica, compresi progetti faro nei settori del sostegno all’Ucraina, della sicurezza informatica, della lotta alla disinformazione e della tecnologia.”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *