Kawakami: L’offerta di Paul George di Inside Warriors fallisce, la partenza di Klay Thompson inevitabile

Non c’è bisogno di aspettare anni di documentari e contesto per risolvere questo problema: gli eventi di sabato sera saranno un momento fuori stagione sulla soglia di un pezzo straordinario della storia dei Golden State Warriors.

Analisi preliminare: per ora non va bene! (Ma torna tra una settimana circa per il verdetto finale.)

Klay Thompson è pronto per il libero arbitrio e, salvo un drammatico cambiamento di opinione, i Warriors e Thompson sono pronti per un’imminente partenza dalla Bay Area. Così preparata, una fonte della NBA ha indicato che alcuni calorosi addii sono stati condivisi tra Clay e i migliori membri dell’organizzazione Warriors questo fine settimana.

Paul George, l’obiettivo del fuoricampo dei Warriors da acquisire in questa offseason, ha annullato l’ultimo anno del suo contratto con i LA Clippers ed è diventato un free agent senza restrizioni, tagliando ogni percorso realistico per i Warriors. Spazio per firmarlo come free agent.

Ciò è avvenuto dopo trattative molto intense tra i Warriors, George e i Clippers che hanno portato alla scadenza del contratto di George sabato pomeriggio e dopo che i Warriors hanno creduto – più volte – di essere sul punto di sbarcare il 34enne ala piccola. , hanno detto fonti della squadra.

I Warriors accettarono di concedere a George una proroga massima di quattro anni al suo arrivo. Credevano di aver proposto diverse varianti di uno scambio che i Clippers avrebbero potuto e avrebbero accettato. Stephen Curry e Draymond Green erano a bordo al 100%. George ha dato forti indicazioni che voleva unirsi ai guerrieri. Ma i Clippers non hanno accettato nessuna versione dello scambio, e ora George è un agente libero e sostanzialmente fuori dalla portata dei Warriors.

Prima che la libera agenzia inizi domenica, c’è molto da fare. L’attuale conteggio del big board è che i Warriors perderanno uno dei loro tre giocatori della dinastia e uno degli atleti più popolari nella storia della Bay Area, e non hanno la migliore divisione a doppio senso in corso. Abbiamo anche Andrew Wiggins in sospeso sulle trattative commerciali, e ora devono decidere se garantire il contratto da 30 milioni di dollari di Chris Paul per la prossima stagione e capire se possono trasferirlo in uno scambio.

READ  I futures USA crollano a causa dei dati chiave sull’inflazione: i mercati chiudono

Nessun profitto netto. Una perdita fondamentale. C’è molto altro da fare. E tutto ciò che è in gioco è la fase finale del periodo migliore di Curry.


I Warriors non hanno spazio per ingaggiare Paul George, visto qui con Luka Doncic, come free agent. (Jerome Miron/USA Today)

Ecco uno sguardo punto per punto a cosa è successo negli ultimi giorni e come si imposta ciò che i Warriors proveranno a fare dopo:

• Un potenziale scambio PG13 tra Warriors e Clippers sarebbe sempre stato complicato, ma i dirigenti dei Warriors pensavano di poter risolvere il puzzle. Da quello che ho sentito, con i Clippers è stata discussa una combinazione di Wiggins, CP3, Jonathan Cuminga o Moses Moody e una futura scelta al primo turno (ma non in modo definitivo).

Esistevano versioni che limitavano la responsabilità finanziaria a lungo termine dei Clippers; C’erano versioni che aumentavano i benefici futuri. Gli Warriors non avrebbero messo insieme Wiggins e Kuminga in nessuna offerta, ma mi è stato detto che non si è arrivati ​​a tanto. Ciò avrebbe sigillato l’accordo… chi lo sa.

La mia comprensione è che le preoccupazioni finanziarie pesano molto sulla parte dei Clippers. Se PG13 lascia come agente libero, non riceverà nulla in cambio… ma scenderà dal secondo piazzale e avrà più manovrabilità nel roster.

• Se i Warriors avessero aggiunto Kuminga a George in un pacchetto, sarebbe stato rischioso. I Warriors avrebbero rinunciato al loro giovane giocatore più prezioso per un giocatore anziano afflitto da infortuni e avrebbero dovuto pagare più di 260 milioni di dollari nei prossimi cinque anni, sottoponendo i Warriors alla tassa sul lusso.

Ma PG13 sarebbe stata un’opzione di punteggio 1B immediata ed elitaria accanto a Curry, molto migliore di chiunque altro i Warriors abbiano avuto in quel ruolo nel corso degli anni, e avrebbe potuto assegnare incarichi difensivi perimetrali più difficili. Chi ora vestirà i panni dei Warriors? Magari prendi delle caramelle gommose. Forse coprire. Forse anche Brandin Podziemski. E’ tutto un lavoro. I Boston Celtics hanno dimostrato ancora una volta che le serie di playoff si vincono con ali tenaci e a doppio senso, e i Warriors sono ancora estremamente necessari in questo senso. Ecco perché si sono impegnati così tanto per George.

READ  Nikki Haley elogia la Corte Suprema per aver preso in considerazione il caso di esenzione di Trump

• Ci sarà tempo più tardi per molte altre riflessioni approfondite sull’incredibile eredità di Thompson con gli Warriors, e lui le merita tutte. Gara 6 a Oklahoma City merita 100. Torniamo ai tiri liberi e torniamo alla difesa! – Dopo aver rotto il legamento crociato anteriore nelle finali del 2019, ha bisogno di altri mille cimeli.

In retrospettiva, noto che molte delle sue azioni ed emozioni negli ultimi mesi della scorsa stagione avrebbero potuto essere segnali che era pronto a passare dai ripetuti momenti di conferenza stampa alle sue difficoltà di transizione. Ieri sera, mentre passeggiava per gli spogliatoi dopo l’ultima partita della stagione regolare al Chase Center, ha chiesto ai suoi compagni di squadra di fare un giro in barca con lui.

CP3 e Moody lo vanno a prendereÈ stato ovviamente un onore salire su quella barca con Thompson, ho pensato, perché sapevano che quello che avevano fatto quella notte era importante per lui.

• A Thompson non è piaciuta la sua esperienza della scorsa stagione, ha detto. Molte volte. Non voleva andare in panchina per qualche partita dietro Podziemski. Non gli piacevano le nostre domande sul suo futuro. Non gli piaceva l’attenzione nazionale per le sue difficoltà occasionali, inclusa una serata di tiri 0 su 10 in una sconfitta ai play-in contro i Sacramento Kings. Lui Infatti Non voglio che i Warriors diano la priorità a capire come migliorare il roster piuttosto che riportarlo indietro in questa offseason.

Nella maggior parte dei casi, non penso che Thompson si possa paragonare a un’altra epoca, prima dei suoi due gravi infortuni alla gamba, quando poteva proteggere chiunque e rendere qualsiasi partita un pezzo personale della storia del tiro della NBA. Voleva un nuovo inizio. Ne prenderà uno. Verrà al Chase Center con la sua nuova squadra e vuole battere i Warriors; Forse non agrodolce, forse un po’ agrodolce, ma divertente da guardare.

• Se Thompson restasse con i Warriors questa stagione, non sarebbe titolare. Sarà Podziemski. o coperchio. O qualcun altro. Non sono sicuro che Thompson volesse farlo di nuovo, e immagino che probabilmente nemmeno gli Warriors lo volessero. Sembra una fine fredda per questo incredibile mandato, ma era inevitabile.

READ  GUARDA IN DIRETTA: Testi "commoventi" tra Karen Reid e Brian Higgins rivelati nella testimonianza del processo per omicidio

I Warriors non sarebbero così bravi senza Thompson. Mancheranno le sue riprese, la sua personalità, il suo cattivo umore e tutto il resto. Ci sarà una sua statua fuori dall’arena. Sarà sempre accolto calorosamente ovunque siano i fan degli Warriors. Sì, mancherà agli Warriors. Ma, con l’approvazione di Thompson, otterranno qualcosa in un accordo di firma e scambio quando se ne andrà, e probabilmente non saranno poi così male per questo. Tendono ad essere giovani e atletici.

Vediamo cos’altro possiamo aggiungere la prossima settimana.

• I Warriors potrebbero utilizzare il contratto CP3 come una versione dell’eccezione commerciale: potrebbero negoziare con Paul per garantire qualsiasi importo su cui entrambe le parti potrebbero accordarsi e utilizzarlo per bilanciare lo scambio.

Se i Warriors non riescono a trovare uno scambio, potrebbero rilasciare CP3, finire sotto i grembiuli e la linea del lusso e forse anche sotto la linea del limite (a seconda del tipo di denaro che ottengono in cambio di una potenziale firma e scambio di Thompson). Possono vedere cos’altro possono ottenere i Wiggins. Allo stato attuale, avranno un’esenzione di livello medio per i contribuenti di 5,2 milioni di dollari e, se trasferiranno i Wiggins e riceveranno molto meno denaro in cambio, 12,9 milioni di dollari di accesso di livello medio per i non contribuenti.

• Per chiudere, userò un’altra citazione di Thompson dalla conferenza stampa del finale di stagione. Alla reazione di Thompson è stato chiesto quanto Curry, Draymond e Steve Kerr volessero restituirgli. Ancora una volta, Thompson ha pronunciato queste parole in aprile, ma ora sembrano ancora più attuali.

“Significa molto”, ha detto Thompson. “Voglio dire, abbiamo attraversato gli alti e i bassi. Che si tratti di perdere un campionato, vincere un campionato, perdere i playoff, abbiamo vissuto tutto insieme, quindi questo significa molto. Mi rende grato di averlo i momenti che ho passato con loro sono cose piuttosto storiche.”

Si lo era. Ora è il passato.

(Foto in alto di Klay Thompson: Rocky Whitener / NBAE tramite Getty Images)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *