In un campo di basket negli Stati Uniti, l’adolescente prodigio Cooper Flagg ruba la scena

LAS VEGAS — Prima che Cooper Flagg emergesse come il miglior giocatore di basket adolescente del mondo, trascorse gli inverni della sua infanzia pescando sul ghiaccio nel Maine con suo padre e due fratelli.

Nel mezzo del soffocante caldo estivo del sud del Nevada, il diciassettenne Flag ha scritto un impressionante periodo di gioco a tutto tondo nella mischia di lunedì contro la squadra nazionale di pallacanestro degli Stati Uniti, una partita che è mitica come una storia di pesca mentre la sua promettente carriera si svolge. .

Ai media non è stato permesso di assistere all’intera mischia tra la squadra nazionale diretta alle Olimpiadi di Parigi, guidata da LeBron James e Stephen Curry, e la squadra di selezione statunitense, composta principalmente da giovani giocatori NBA e Flagg. Una matricola alla Duke quest’autunno. Secondo i funzionari di USA Basketball, non vengono tenute statistiche ufficiali riguardo alla tradizionale questione varsity vs junior varsity. Steve Kerr, l’allenatore della nazionale, ha rifiutato di commentare l’eccellente prestazione di Flagg, citando le regole della NBA che vietano dichiarazioni pubbliche sui giocatori che non si sono ancora qualificati per il draft.

Quando le porte della palestra si sono aperte ai giornalisti, Flack ha suscitato risate e sussulti guidando la rimonta di una squadra d’élite con un cicalino da 11 punti. James, 39 anni, che riconosce un braccialetto quando ne vede uno, ha fatto ricorso al saluto alla bandiera dopo che i Nazionali non sono riusciti a vincere 74-73.

Flagg, un attaccante di 6 piedi e 8 che è diventato il primo giocatore universitario in più di un decennio a ricevere un invito da una squadra selezionata, ha mostrato perché è proiettato come la scelta numero 1 nel Draft NBA 2025. L’ala raffinata ha iniziato la sua esplosione di gol con una tripla dall’angolo sinistro sul centro dei Los Angeles Lakers Anthony Davis e un rimbalzo sulla guardia dei Boston Celtics Jrue Holiday.

READ  I 49ers si concentrano sul Super Bowl 58, dopo l'emozionante vittoria dei Chiefs sui Lions – NBC Sports Bay Area e California

Quindi, per creare slancio, la bandiera con la faccia da bambino ha portato la palla in campo, isolata contro Davis e ha perforato un passo laterale da tre punti sul miglior difensore della NBA. Dopo che i Nationals hanno cercato di trovare Davis, Flack ha controllato la palla e ha rapidamente spinto la palla verso l’attaccante dei Sacramento Kings Keegan Murray, che ha mancato una tripla dall’angolo sinistro. Flagg ha corso per tutta la lunghezza del campo durante un tiro, è saltato per afferrare un rimbalzo offensivo con entrambe le mani nel traffico e ha terminato un rimbalzo a mezz’aria quando ha subito fallo dal centro dei Miami Heat Bam Adebayo.

La sequenza – tiro, passaggio, rimbalzo e conclusione – è immediata È diventato virale sui social media, ha ricevuto milioni di visualizzazioni in un’ora. Flagg ha segnato sei punti in meno di 20 secondi per creare un finale teso. Davis ha evitato una sconfitta imbarazzante per le medaglie d’oro bloccando un potenziale tiro vincente della guardia dei Golden State Warriors Brandin Potziemski al cicalino.

La prestazione rivoluzionaria di Flagg è stata resa ancora più notevole dal fatto che era cinque anni più giovane della guardia dei Minnesota Timberwolves Anthony Edwards, il giocatore più giovane della squadra nazionale. Quando Flagg è nato il 21 dicembre 2006, James era alla sua quarta stagione NBA e stava per fare la sua terza apparizione All-Star.

“Ho semplicemente gareggiato e provato più che potevo”, ha detto Flag. “Dare il 100%. Ho fiducia nelle mie capacità e capacità. Ho fiducia in chi sono e cosa posso fare. Condividere il campo è una sensazione surreale. [with the national team]. Sono fortunato ad avere questa opportunità di essere qui. Non ho preoccupazioni. Non mi metto alcuna pressione. Sono qui per una ragione. Lo so. “

READ  Contro Francis Nagano. Risultati completi di Anthony Joshua: Joshua mette KO rapidamente Ngannou

Flagg come potenziale candidato deve fare tutto il possibile con il suo grande motore, i suoi forti strumenti atletici e l’innata intelligenza cestistica, e lo ha dimostrato lunedì davanti a poche centinaia di spettatori. È un abile rimbalzista, un volenteroso tiratore esterno, un rimbalzista fisico, un rifinitore sopra il canestro e un difensore multiposizione in grado di gestire incarichi nell’area di gioco o sul perimetro, tutto in un unico pacchetto.

Se Flack diventerà un giocatore capace di conquistare il basket americano, la sua impavida prestazione all’Università del Nevada a Las Vegas sarà ricordata come il momento in cui ha dimostrato per la prima volta di poter tenere testa ai migliori del mondo.

“Il team di selezione è stato fantastico”, ha detto Kerr, che ha ingannato abilmente commentando direttamente la bandiera. “Ci hanno sfidato. Erano fisici. Hanno gestito molte cose che gestiscono le squadre europee. Non avrebbe potuto funzionare meglio. “

Una persona che non sembrava presa dall’eccitazione è stata Flagg, che ha chiacchierato con una coppia di Duke Blue Devils: l’attaccante dei Celtics Jayson Tatum e il direttore esecutivo di USA Basketball Grant Hill. Sebbene Flagg sia cresciuto come fan dei Celtics e abbia modellato il suo approccio offensivo studiando Tatum, ha detto che si sentiva a suo agio giocando contro una squadra di basket statunitense che comprendeva 12 All-Stars e quasi altrettanti futuri Hall of Famers.

“[There was some awe] All’inizio entravamo in palestra vedendo tutti quei giocatori, ma non cominciavamo a giocare – ha detto -. Se la palla si alza, sono un concorrente. Essere in campo con loro è un po’ un adattamento, ma allo stesso tempo sto solo cercando di giocare a basket e vincere. [The national team players] Tutti sono ben accolti. Mi dicono di continuare a lavorare e rimanere con i piedi per terra.

READ  Le azioni DJT di Trump sono crollate dopo aver registrato una forte perdita nel 2023

Flagg, che si è riclassificato come liceo lo scorso autunno e poi ha guidato la Montverde Academy (Fla.) verso una stagione imbattuta e un titolo nazionale, ha detto che sta cercando di guadagnarsi un posto nel roster di pallacanestro statunitense per la Coppa del Mondo FIBA ​​2027. Qatar. A quel punto, avrà 20 anni e probabilmente avrà appena terminato un anno da matricola alla Duke e due stagioni NBA.

Nel frattempo, Flagg si aspetta che la nazionale vinca la quinta medaglia d’oro consecutiva a Parigi il mese prossimo.

“Possono essere qualsiasi squadra vogliano”, ha detto. “Non hanno punti deboli, né buchi. Possono giocare con qualsiasi stile e dominare. Questa sarà una squadra dominante che affermerà la propria volontà su tutti quelli che vedrà.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *