La Casa Bianca pubblica la lettera del medico di Biden dopo le domande sulla visita alla Casa Bianca dello specialista del Parkinson

Washington – La Casa Bianca ha diffuso una lettera del medico del presidente Biden lunedì sera dopo che l’addetta stampa Karine Jean-Pierre ha dovuto rispondere a ripetute domande sulla salute di Biden e sulle visite alla Casa Bianca da parte di uno specialista del Parkinson. .

Registro dei visitatori della Casa Bianca, dettagli riportati per primi New York Post E Il New York Times, il dottor Kevin Kennard, uno specialista del morbo di Parkinson, ha visitato la Casa Bianca otto volte dalla scorsa estate a questa primavera. Canard Sig. I registri mostrano che Biden ha incontrato il suo medico personale almeno una volta.

Jean-Pierre ha detto ai giornalisti lunedì pomeriggio che il presidente non era stato curato per il morbo di Parkinson.

“Il presidente è stato curato per il Parkinson? No. È in cura per il Parkinson? No, non lo è. Sta assumendo farmaci per il Parkinson? No”, ha detto.

Ma all’epoca l’addetto stampa si rifiutò di confermare le visite del medico, adducendo “ragioni di sicurezza”.

Ciò ha portato a un teso avanti e indietro tra Jean-Pierre e i giornalisti. Ciò avviene mentre il presidente si oppone fermamente ai critici che lo hanno invitato a fermare la sua campagna di rielezione dopo un disastro. Spettacolo di discussione 27 giugno contro l’ex presidente Donald Trump.

Ed O’Keefe di CBS News ha detto a Jean-Pierre che “non hai risposto a una domanda semplice e semplice” sulla visita del medico.

“Ogni anno, durante la visita medica, il presidente vede un neurologo”, ha detto. “Sono tre volte.”

“Alla Casa Bianca o a Walter Reed?” ha chiesto O’Keefe, riferendosi al Centro medico militare nazionale Walter Reed, dove i presidenti di solito ricevono una visita medica annuale. Sig. Biden è uno Testato lì a febbraio.

“Questo è ciò che condivido con voi. Quindi ogni volta che si ammalava, doveva vedere un neurologo. Quindi c’è la risposta a questa domanda”, ha detto Jean-Pierre.

“Il dottor Kevin Kennard è venuto alla Casa Bianca appositamente per la salute del presidente?” chiese di nuovo O’Keefe.

“Per motivi di sicurezza non possiamo condividere i nomi”, ha detto l’addetto stampa. “I nomi degli specialisti, dal dermatologo al neurologo, non possono essere ampiamente condivisi.”

CBS News ha notato che le visite erano informazioni pubbliche, ma Jean-Pierre ha detto di non poterle confermare perché “dobbiamo mantenere la loro privacy”.

“Non importa quanto mi spingi. Non importa quanto ti arrabbi con me. Non confermerò il nome. Non importa se è registrato”, ha detto. “È inappropriato. È inaccettabile. Quindi non lo farò.”

Lunedì sera, la Casa Bianca ha diffuso una nota del medico del presidente, il dottor Kevin O’Connor, in cui affermava di avere il permesso del presidente Biden e del dottor Kennard di condividere maggiori dettagli.

“Il dottor Kennard era il neurologo che esaminava il presidente Biden in ciascuna delle sue visite mediche annuali. I suoi risultati venivano resi pubblici ogni volta che il presidente pubblicava i risultati delle sue visite mediche annuali. Il presidente Biden non vedeva un neurologo al di fuori delle sue visite mediche annuali,” O ‘, ha scritto Connor, aggiungendo che Kannard lavorava con il dipartimento medico della Casa Bianca dal 2012. È stato consulente neurologo.

“Risultati Esame quest’anno sono stati dettagliati in La mia lettera del 28 febbraio: “Un esame neurologico più dettagliato ha riaffermato che non c’erano risultati coerenti con cerebellari o altri disturbi neurologici centrali come ictus, sclerosi multipla, morbo di Parkinson o sclerosi laterale ascendente”, ha scritto O’Connor.

O’Connor ha inoltre osservato che Connard ha effettuato visite regolari all’Unità medica della Casa Bianca per sostenere le migliaia di membri in servizio attivo assegnati a sostenere le operazioni della Casa Bianca. Molti veterani militari sperimentano problemi neurologici legati al loro servizio e il Dr. Conard continua a visitare la WHMU come parte di questa formazione neurologica generale.”

Il presidente, determinato a restare in corsa, ha lanciato accuse nei giorni scorsi.

Dopo la discussione, il sig. Biden ha cercato di dimostrare di poter svolgere il lavoro per altri quattro anni, partecipando a diversi. Interviste, Eventi della campagna E Sensibilizzazione ai principali democratici e donatori nel tentativo di aumentare il sostegno.

“Non vado da nessuna parte”, ha detto il sig. Ha detto Biden. “Non mi candiderei se non credessi assolutamente di essere il miglior candidato per sconfiggere Donald Trump nel 2024. Abbiamo avuto un processo di nomina democratica in cui gli elettori hanno parlato chiaramente”.

In una lettera ai democratici del Congresso lunedì, il sig. Biden è”Lo ha promesso fermamente“Per continuare la sua campagna, ha chiesto un dibattito sulla possibilità che ci fosse una strada da seguire verso la decisione.

La first lady Jill Biden, considerata una delle poche che potrebbe ribaltare la sua decisione, ha fatto eco al suo messaggio durante una tappa della campagna elettorale a Wilmington, nella Carolina del Nord.

“Joe ha chiarito che è all in”, ha detto. “Questa è la sua decisione, e poiché lui ha sempre sostenuto la mia vita, anch’io l’ho fatto.”

Anche se molti democratici alla Camera Hanno chiesto il ritiro dalla competizione, molti hanno detto che lo sostengono ancora. Nessun democratico del Senato ha pubblicamente invitato il presidente a farsi da parte, anche se alcuni lo hanno esortato a fare di più per dimostrare di essere all’altezza del compito.

Sig. Il rappresentante di Washington Adam Smith, che è tra coloro che vogliono che Biden si dimetta, ha detto lunedì a CBS News che “ci sarà un enorme sospiro di sollievo tra tutti i democratici alla Camera” se il presidente finirà la sua campagna.

“Sarebbe fantastico se ottenessimo un’altra nomination”, ha detto Smith. “Ci credo con il mio cuore, la mia anima, il mio cervello – ci credo al 100%.”

Un recente Sondaggio di notizie della CBS La corsa si è spostata leggermente nella direzione dell’ex presidente Donald Trump dopo il dibattito del 27 luglio. Trump ora guida Biden di 3 punti negli stati campo di battaglia e di 2 punti a livello nazionale.

READ  Protesta nei campus americani: "L'arresto studentesco sarà il mio ultimo ricordo universitario"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *