Le truppe israeliane sono nel centro di Rafah, conferma l’IDF



CNN

L’esercito israeliano rimane nel centro di Rafah, lo hanno confermato venerdì le Forze di Difesa Israeliane (IDF), nonostante la preoccupazione e la rabbia internazionale per l’operazione militare nella città a sud di Gaza.

La dichiarazione dell’IDF conferma ciò che testimoni oculari hanno detto alla CNN all’inizio di questa settimana, ovvero che i carri armati sono stati visti nel centro di Rafah per la prima volta da quando sono entrati in città all’inizio di questo mese.

“Le truppe dell’IDF hanno trovato lanciarazzi di Hamas, tunnel terroristici e armi nel centro di Rafah. Le truppe hanno anche smantellato un deposito di armi di Hamas nell’area”, ha affermato l’IDF in una nota.

Mercoledì, l’esercito israeliano ha dichiarato di aver stabilito un “controllo operativo” sul corridoio di Filadelfia, una zona cuscinetto di 14 chilometri (8,7 miglia) in territorio palestinese lungo il confine tra Egitto e Gaza.

La società palestinese di telecomunicazioni Jawwal ha riferito giovedì che l’accesso ai servizi di telefonia cellulare a Rafah è stato interrotto a causa dei continui attacchi israeliani. Rapporto.

L’incursione di Israele a Rafah all’inizio di maggio ha segnato una nuova fase nella guerra contro Hamas a Gaza, che ha ucciso più di 36.000 palestinesi e sfollato la maggior parte della popolazione della zona, innescando una catastrofe umanitaria, secondo i funzionari sanitari dell’enclave. Agente internazionale.

Durante il fine settimana, Israele ha lanciato un attacco aereo su un campo profughi della città, uccidendo decine di persone e scatenando l’indignazione globale. Israele ha detto che l’attacco ha ucciso due leader di Hamas.

I filmati ottenuti dalla CNN hanno mostrato il campo avvolto dalle fiamme, con decine di uomini, donne e bambini che cercavano freneticamente di nascondersi dall’attacco notturno. I corpi carbonizzati, compresi i bambini, sono stati visti essere estratti dalle macerie dai soccorritori.

READ  La Russia risponde dopo aver ucciso 24 persone al confine con l'Ucraina

“La parola tragico non inizia nemmeno a descriverlo”, ha detto il vicepresidente americano Kamala Harris dell’incidente di martedì, ma né lei né il presidente Joe Biden hanno detto che l’attacco ha oltrepassato la linea rossa per il sostegno degli Stati Uniti.

Aveva detto Biden In un’intervista alla CNN all’inizio di questo mese Che non avrebbe consentito l’uso di alcune armi americane Utilizzato in un grave attacco a Rafah.

La presenza dell’IDF nel centro di Rafah ha confermato di aver terminato le sue operazioni a Jabalya orientale, a nord della Striscia di Gaza.



02:56 – Fonte: CNN

“Orrore assoluto”: guarda il filmato del campo di Gaza dopo l’attacco israeliano

L’esercito ha dichiarato in un comunicato che le sue truppe hanno distrutto 10 chilometri (sei miglia) di tunnel e siti di produzione di armi nell’operazione Jabalya, iniziata all’inizio di questo mese e che l’IDF ha descritto come “combattimenti intensi e incontri ravvicinati” con i militanti.

Nel comunicato si legge anche che durante l’operazione sono stati recuperati i corpi di sette ostaggi. Gli ostaggi furono uccisi il 7 ottobre e i loro resti furono successivamente trasportati in aereo a Gaza.

Ma Mahmoud Bassal, portavoce della protezione civile a Gaza, ha detto venerdì alla CNN che Jabalya è una “zona devastata” dove “intere piazze residenziali” sono state distrutte in seguito alla presenza israeliana.

“Purtroppo il campo di Zabalya non è adatto alla vita”, ha detto Basel. “Non ci sono pozzi d’acqua, scuole o ospedali, tutti sono stati completamente distrutti. Non c’è nulla che consenta la vita civile in quest’area, e molti martiri e case sono stati rasi al suolo, con civili all’interno, e i corpi non possono essere essere recuperato da sotto le macerie.

READ  David Beckham ha fatto causa a Mark Wahlberg per 10 milioni di dollari per il contratto di formazione F45

Israele ha ripreso i combattimenti nel nord di Gaza all’inizio di questo mese. Sebbene Ha affermato di aver smantellato la struttura di comando di Hamas nell’area a gennaio.

I rinnovati combattimenti mostrano le sfide che Israele deve affrontare nel raggiungere il suo obiettivo di distruggere Hamas, un alto funzionario della difesa ha messo in guardia dalla guerra questo mese. Può durare fino al prossimo anno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *