Playoff NBA: i Celtics cancellano 18 punti di vantaggio, spezzano il cuore dei Pacers shorthanded, vanno 3-0

Il compito si è rivelato più difficile del previsto, ma i Boston Celtics sono usciti da Gara 4 con un vantaggio di 3-0 sugli Indiana Pacers, in inferiorità numerica.

Guidata dai 36 punti di Jayson Tatum, la testa di serie dell’Est ha superato un deficit di 18 punti e ha spezzato il cuore contro i Pacers 114-111 nelle finali della Eastern Conference di sabato. Gara 4 è in programma lunedì alle 20:00 ET.

Nessuna squadra nella storia della NBA è mai rimasta sotto 3-0 in una serie.

I Pacers sono entrati in partita senza Tyrese Halliburton, che ha lasciato Gara 3 con un infortunio al tendine del ginocchio ed è stato escluso ore prima di Gara 4. È stato sostituito da Andrew Nembhardt, che ha avuto una serata in stile Halliburton con 12 punti su 32. -21 al tiro e nove assist.

Insieme agli oltre 20 punti di Pascal Siakam, Myles Turner e dell’eroe della panchina DJ McConnell, sembrava che sarebbe stato sufficiente.

Invece, i Celtics hanno scheggiato costantemente per tutto il secondo tempo. Tatum ha segnato 36 punti tirando 12 su 23 con 10 rimbalzi, otto assist, due stoppate e zero palle perse. All’inizio del quarto quarto erano in vantaggio fino a cinque punti, per poi ridursi a due poco dopo con tre punti e 1:12 rimanenti.

Jrue Holiday li ha portati in vantaggio con un and-1 nell’ultimo minuto, terminato dal contatto di Siakam.

Holiday, discutibile per la partita a causa di un malore, ha spogliato Nembhard per un recupero a quattro secondi dalla fine, riportando i Pacers alla caccia di quello che avrebbe potuto essere un possesso vincente.

READ  SpaceX lancerà la prossima generazione di satelliti spia statunitensi all'inizio del 22 maggio

Un esultante Cainbridge Fieldhouse per la maggior parte della partita è stato tranquillo mentre gli arbitri hanno verificato se fosse stato commesso un fallo di percorso chiaro contro Holiday. Il rimbalzo è andato dalla parte dei Pacers, ma Holiday ha ottenuto altri due tiri liberi, che ha realizzato per una tripla con 1,7 secondi rimasti.

Ciò ha lasciato all’Indiana l’ultima possibilità di pareggiare una partita che aveva condotto in doppia cifra per due quarti. Ha deciso di eseguire quella che sembrava una partita di calcio, che ha visto Nembhard riuscire a far correre la palla lungo il perimetro, ma Il suo tentativo di battere la sirena è andato a lato per concludere la partita.

Carlisle era furioso mentre i Celtics festeggiavano per qualche contatto su Nembard, ma il fischio non arrivava.

Mentre i Pacers piangono la perdita dell’Halliburton, i Celtics hanno disputato l’intera serie senza il centro titolare Kristaps Porzingis. Il motivo per cui non si sono lamentati è stato il gioco di Al Horford.

Il 37enne veterano ha segnato 23 punti su 7 su 12 tiri da 3 punti ed è stato ancora una volta un fattore determinante nella formazione titolare. Quel numero è il massimo della carriera nella 17a stagione NBA di Horford ed è abbastanza buono da renderlo il giocatore più anziano nella storia della NBA a realizzare sette triple in una partita di playoff.

Secondo quanto riferito, Porzingis si sta muovendo verso un ritorno anticipato in Gara 4, ma Horford concede ai Celtics il lusso di non aver bisogno di lui e potrebbe dare al lettone molto riposo prima delle finali NBA.

READ  Alexei Navalny: "Nessun carro funebre per il corpo" La famiglia si prepara al funerale

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *