Se lo Starliner della Boeing non può essere riparato, come può SpaceX salvare gli astronauti incagliati?

SpaceX potrebbe essere costretta a salvare due astronauti bloccati sulla Stazione Spaziale Internazionale dopo che il loro Boeing Starliner ha subito una perdita di elio.

Gli astronauti Butch Wilmore e Suni Williams sono andati nello spazio a bordo dello Starliner il 5 giugno e avrebbero dovuto rimanere sulla ISS solo per nove giorni, ma i problemi con la loro nave hanno lasciato la data di ritorno ancora in sospeso, e la NASA ora sta cercando freneticamente di farlo. per riaverli indietro. Aiutaci a risolvere il problema.

Il concorrente della Boeing, SpaceX, alla fine verrà scelto per riportarli a casa con la sua navicella spaziale Crew Dragon.

Gli astronauti Suni Williams e Butch Wilmore rimarranno a bordo della Stazione Spaziale Internazionale almeno fino al 2 luglio. Reuters
Lo Starliner è attraccato alla Stazione Spaziale Internazionale mentre i funzionari indagano sulle perdite di elio. AP

La decisione sarà un duro colpo per il travagliato colosso spaziale Boeing, che ha speso circa 1,5 miliardi di dollari in aggiunta al suo contratto iniziale di 4,5 miliardi di dollari con la NASA, sperando di rendere lo Starliner una seconda opzione per raggiungere la ISS.

Poiché i funzionari della NASA e della Boeing hanno ribadito che gli attuali problemi a bordo dello Starliner non indicano la necessità che SpaceX si arrenda, Crew Dragon è pronta per la missione.

La navicella spaziale SpaceX, che recentemente ha trasportato quattro astronauti sulla ISS a marzo, è in grado di trasportare da due a quattro passeggeri alla volta, ma può trasportarne di aggiuntivi in ​​caso di emergenza.

Dal 2020, SpaceX è l’unica compagnia commerciale autorizzata a trasportare astronauti e merci sulla stazione spaziale.

SpaceX non ha risposto immediatamente alla richiesta di commento di The Post martedì.

Michael Lembeck, professore associato di ingegneria aerospaziale presso l’Università dell’Illinois a Urbana-Champaign che ha lavorato come consulente per la divisione voli spaziali della Boeing dal 2009 al 2014, ha detto al Post che è ancora probabile che lo Starliner ritorni sulla Terra di Wilmore e Williams.

READ  Le autorità affermano che il proprietario di un animale domestico ha contratto la peste bubbonica dal suo gatto in Oregon
Il Crew Dragon di SpaceX potrebbe essere utilizzato per riportare a casa gli astronauti. tramite REUTERS

“In questo momento, direi che c’è ben poco bisogno che SpaceX vada avanti”, ha detto Lembeck. “Dobbiamo vedere un grosso problema arrivare nei prossimi due giorni per giustificare quella reazione.”

Lembeck e Katsuo Kurabayashi, professore di ingegneria aerospaziale alla New York University, hanno detto al Post che la NASA potrebbe aver ritardato il viaggio di ritorno in modo da poter dedicare più tempo allo studio del velivolo e saperne di più sulla ISS. Sbagliato e come evitarlo per il prossimo compito.

Mentre la capsula che trasporta gli astronauti tornerà sulla Terra, il modulo di servizio – che immagazzina i motori, il carburante e i serbatoi di elio – no, ha spiegato Lembeck.

I difetti dello Starliner furono un duro colpo per il produttore Boeing. NASA/AFP tramite Getty Images

“Con molto gas elio rimanente, è prudente che le squadre si prendano abbastanza tempo per garantire che lo Starliner sia completamente preparato e certificato per il viaggio di ritorno”, ha aggiunto Kurabayashi.

Il professore della New York University ha osservato che la situazione rimane fluida e che i prossimi aggiornamenti dalla NASA saranno un indicatore di come si è sviluppata la questione.

“Se per caso cominciassero a parlare di una missione di salvataggio, ciò indicherebbe che il Charliner ha alcuni difetti hardware gravi e potenzialmente letali”, ha detto Kurabayashi.

Boeing spera di sviluppare il suo Starliner come seconda opzione per gli scienziati della NASA per raggiungere la Stazione Spaziale Internazionale. AP

L’ultima volta che un astronauta della NASA ha avuto bisogno di aiuto per tornare sulla Terra è stato nel 2022, quando la capsula russa Soyuz si è rovesciata con a bordo l’americano Frank Rubio.

Mentre la NASA considerava di chiedere aiuto a SpaceX, Rubio alla fine tornò in una capsula Soyuz vuota lanciata dalla Russia.

READ  Guerra Israele-Hamas: attacchi aerei israeliani uccidono almeno 25 persone nel sud di Gaza

L’incidente pose fine alla missione di Rubio di oltre un anno, ovvero 371 giorni, la cui durata avrebbe battuto un record americano nello spazio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *