Grasso “Il presidio ospedaliero di Sant’Agata di Militello recuperi una funzione adeguata nel contesto della rete ospedaliera”

SANT’AGATA DI MILITELLO (ME) –Martedì 13 novembre il neo deputato regionale Bernardette Grasso ha incontrato il direttore sanitario e il personale medico dell’ospedale di Sant’Agata Militello. “La problematica della sanità nell’area dei Nebrodi – ha esordito Bernardette Grasso – la conosciamo bene perché è stata tante volte attenzionata come conferenza dei sindaci del Distretto sanitario di Sant’Agata Militello ed anche perché è stata più volte illustrata ai vari manager che si sono succeduti alla guida dell’Asp di Messina ed anche sul tavolo dell’assessore regionale alla Sanità in occasioni di incontri volti a salvaguardare il presidio ospedaliero santagatese. Adesso – ha sottolineato la neo deputata – intendo ascoltare direttamente gli operatori per conoscere le criticità che si riscontrano nell’attività quotidiana ed avere così i suggerimenti appropriati perché questo presidio ospedaliero abbia un proprio ruolo ed una funzione adeguata nel contesto della rete ospedaliera. Si è agito fino ad ora nell’Asp messinese operando tagli della spesa che hanno comportato tagli dei servizi penalizzando in tal modo gli utenti, costretti a fare lunghe attese per una tac o rivolgersi ai privati per una risonanza”.

Il neo deputato ha dunque insistito sulla opportunità dell’adeguamento tecnologico delle attrezzature esistenti e di volere combattere affinché la struttura venga dotata di strumenti idonei al rilevamento di patologie gravi e che necessitano di immediata diagnosi. L’assenza o l’inadeguatezza, sino ad oggi, di strumenti significativi, quali ad esempio Risonanza Magnetica e Tac, hanno leso l’inderogabile diritto alla salute dei cittadini.

Durante l’incontro è stato poi da più parti ribadito che, pur essendo necessaria la complementarietà delle strutture di Sant’Agata Militello, Patti e Mistretta, il presidio santagatese dovrà comunque avere la destinazione di emergenza.

“Assumo l’impegno – conclude Bernardette Grasso – di portare all’attenzione del governo regionale le problematiche del presidio ospedaliero di Sant’Agata Militello emerse dall’odierno incontro”.