Il fallo “sporco” di Joel Embiid su Mitchell Robinson è il punto di svolta in Gara 3

PHILADELPHIA – A volte, il modo migliore per prendere fuoco è giocarci.

Joel Embiid era a metà strada verso gli spogliatoi, dando una ginocchiata all'inguine a un centro e tirando giù l'altro per la caviglia. Ha spinto i limiti per essere espulso da Gara 3 di una serie di playoff al primo turno, potenzialmente ponendo fine in anticipo alla stagione dei Philadelphia 76ers.

Invece, alla fine della serata, Embiid aveva mezzo centinaio.

L'MVP in carica ha segnato 50 punti nella sconfitta per 125-114 di giovedì contro i New York Knicks, regalando ai Sixers la prima vittoria in una serie controversa in cui ora sono in svantaggio per 2-1. Ha fatto a pezzi i Knicks con un tiro dopo l'altro, uscendo 13 su 19 dal campo e 5 su 7 lanci lunghi. È arrivato sulla linea 21 volte – soprattutto i Knicks – e ha segnato 19 dei suoi tiri liberi.

Il suo basket nel terzo quarto era completo.

Vai più in profondità

Joel Embiid, in lotta contro la paralisi di Bell, ha offerto la sua migliore prestazione ai playoff

Embiid ha costretto i difensori dei Knicks a commettere falli. Quando lo hanno aperto, ha affondato tutti i suoi tentativi da 3 punti. Quando non lo fanno, non importa. Si divertirà comunque con un fadeaway di gamma media. In quel periodo ha perso 18 punti.

“Dobbiamo fare meglio”, ha detto l'allenatore del New York Tom Thibodeau. “Per fare meglio.”

Naturalmente, in un altro mondo, Embiid non ha mai avuto l’opportunità di raggiungere una nuova carriera nei playoff. In quel mondo, una ginocchiata all'inguine di Isaiah Hardenstein o una ginocchiata alla caviglia di Mitchell Robinson mette fine alla sua serata.

READ  Un terremoto di magnitudo 5.1 ha colpito la zona di Oklahoma City ed è stato avvertito in 5 stati

Con quattro minuti e mezzo rimasti nel primo quarto e i Knicks in vantaggio di 3, l'OG Anunoby ha scaricato un passaggio a Robinson, che era con un ampio Embiid sotto canestro. Il centro dei 76ers crolla cercando di strappare la palla ad Anunoby. Mentre Robinson si alzava per una schiacciata a due mani, Embiid ha afferrato la caviglia del suo avversario e lo ha tirato a terra.

Dopo la revisione, gli arbitri hanno considerato il gioco un flagrante 1, dando ai Knicks due tiri liberi e la palla. Naturalmente non deve andare così.

Donte DiVincenzo ha definito il trascinamento “sporco”. Hardenstein ha detto che “non era una partita di basket”.

“Quanto costa Mitch, 280 (libbre)?” Josh Hart ha detto. “Se gli prendi la gamba quando salta e non lo lasci scendere, sarebbe un infortunio fortunato con una distorsione alla caviglia. È avventato.

Forse se questa fosse la stagione regolare, se una serie di playoff non si concentrasse sulla presenza dell'MVP in carica, se i 76ers non presentassero un appello non ufficiale all'NBA, se Gara 2 non finisse in delirio e il Gli ultimi due minuti del rapporto sono stati contrassegnati in rosso, i funzionari decidono diversamente. Forse considerano il colpo di Embiid su Robinson un flagrante 2, che gli avrebbe valso l'espulsione automatica. Dopotutto, non ha giocato a palla.

Ahimè, la serata è andata in una direzione diversa.

Robinson è tornato a marzo da un intervento chirurgico alla caviglia che lo ha messo da parte per quattro mesi, privilegiando il lato sinistro per il resto del primo tempo, lo stesso lato che è stato sottoposto a intervento chirurgico. All'intervallo, i Knicks lo hanno messo da parte per il resto della partita a causa di una distorsione alla caviglia sinistra. Ha lasciato l'arena in pigiama.

READ  Danni gravi: 3 morti, molti feriti

Con Robinson fuori e Hardenstein nei guai, Embiid cominciò ad arrostire.

“Ho cercato di assicurarmi che non mi cadesse addosso perché sappiamo cosa è successo quando (l'ala dei Golden State Warriors Jonathan) Kuminga mi atterra sul ginocchio”, ha detto Embiid, che si è infortunato al ginocchio in una partita simile all'inizio di questa stagione. . “Ho avuto dei flashback. È un peccato perché non voglio fare del male a nessuno. È in situazioni come queste che devo proteggermi perché mi sono trovato in molte situazioni in cui sono sempre stato dalla parte sbagliata.

Dopo la partita, l'arbitro Zach Zarba ha detto a un giornalista del pool che tutti e tre gli arbitri e il Replay Center di Secaucus, NJ, erano unanimi sul fatto che un Blagrant 1, non un Fleurant 2, era la chiamata corretta per il fallo di Embiid su Robinson.

Sarba ha affermato di ritenere l'errore “non necessario”, anche se “non ha raggiunto il livello di un contatto eccessivo”.

Thibodeau non sembra essere d'accordo – e non crede che il licenziamento di Robinson da parte di Embiid sia stato l'unico atto palese di giovedì. Alla domanda sulla schiettezza di Embiid nella conferenza stampa post partita, Thibodeau ha risposto senza esitazione.

“Quale?” chiese. “Quello che hanno invitato o quello che non hanno invitato?”

Thibodeau menziona un gioco nel primo quarto quando Embiid ha provato a superare Hardenstein e gli ha dato una ginocchiata all'inguine. Dopo la revisione gli arbitri hanno definito l'azione di bowling un fallo comune.

Nel frattempo, Hart sapeva cosa aspettarsi dopo che Embiid aveva commesso fallo su Robinson, soprattutto date le circostanze. Il precedente dibattito durato 72 ore riguardava l'insoddisfazione dei 76 giocatori per le ammissioni della lega e le lamentele del pubblico. Il resoconto finale dei due minuti di Gara 2 ha concluso che due falli chiave sono stati persi nell'ultimo minuto. Se quei falli, uno su Hart e l'altro su Jalen Brunson, fossero stati fischiati correttamente, i 76ers avrebbero potuto lasciare New York con una vittoria.

READ  L'opposizione turca rivendica la vittoria a Istanbul, Ankara dà un colpo a Erdogan | Notizie sulle elezioni

“Sappiamo come sarà Gara 3. Andiamo adesso”, ha detto Hart. “Sappiamo, soprattutto (con) come è finita Gara 2. Sappiamo cosa sarà. Sono sorpreso (non hanno chiamato ostentazione 2 su Embiid)? Affatto. In fin dei conti, ora dobbiamo andare.

Quindi i Knicks proveranno a fare proprio questo con Gara 4 domenica alle 13:00 (ET).

Non è chiaro se Robinson potrà giocare. Thibodeau ha detto di non aver ancora parlato con il team medico al momento della sua disponibilità a giocare, e che i Knicks non avevano annunciato lo status del loro centro.

Che giochi o meno, i Sixers hanno la possibilità di pareggiare la serie in casa. Ma se la serata di Embiid fosse finita dopo un fallo su Robinson, la storia sarebbe potuta finire diversamente.

(Foto: Tim Nwachukwu / Getty Images)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *