La facoltà di Dartmouth vota 183-163 per censurare Billock

Il 20 maggio, la Facoltà di Lettere e Scienze ha votato durante una riunione di facoltà per censurare il presidente del College Sian Lia Beilock. Centottantatré docenti votarono a favore della mozione di censura Billock, mentre 163 votarono contro.

Il numero totale di voti, 346, rappresentava più della metà dei circa 600 membri totali delle facoltà di arti e scienze, secondo il sito web di Dartmouth.

Secondo il professore di religione Christopher McEvidt, che durante l’incontro ha presentato la mozione di censura contro Baylock, la mozione “condanna le azioni del presidente del 1° maggio”. Un dirigente ha detto che non ci sono conseguenze formali per il trasferimento.

Il 1° maggio, la polizia ha arrestato 89 studenti, insegnanti e membri della comunità durante una protesta filo-palestinese. Dichiarazione passata di Dartmouth. In una lettera pubblicata su The Dartmouth, Baylock ha scritto Ha deciso di chiedere aiuto al Dipartimento di Polizia di Hannover per rimuovere l’accampamento” e “fermarsi[s] Con quella decisione.”

La portavoce del college Jana Barnello ha detto in una dichiarazione inviata via email a The Dartmouth che ciò riflette “sentimenti profondamente divisi nella nazione e nel mondo riguardo alla guerra Israele-Hamas” e “preoccupazioni sui modi migliori per prevenirla”. [Dartmouth’s] La comunità è salva”.

“Il contributo di una comunità dedicata come la nostra è inestimabile e aiuta a rafforzare la connessione e la comprensione”, ha scritto Barnello. “Ci concentriamo sul sostenerci a vicenda, continuando a creare spazio per il dialogo attraverso le differenze e andando avanti insieme.”

L’incontro, tenutosi nella Grand Ballroom dell’Hannover Inn, è durato più di due ore. Hanno partecipato personalmente dai 200 ai 300 insegnanti e più di 100 visitatori. All’incontro tramite Zoom hanno partecipato circa 80 docenti aggiuntivi.

READ  JPL licenzierà più di 500 dipendenti per mancanza di fondi – NBC Los Angeles

La preside Elizabeth Smith ha tenuto il discorso di apertura. Ha riflettuto sui suoi 14 anni a Dartmouth e sulla “tensione crescente” nel campus negli ultimi sei mesi.

Smith ha definito la tensione durante la riunione dei docenti del 6 maggio – un raduno Zoom di circa 500 partecipanti – “inquietante” e ha detto di aver notato rabbia e turbamento in gran parte dei docenti.

“Ho capito, capisco che ci sono momenti in cui la conversazione si interrompe”, ha detto Smith. “Un ritorno al dialogo è essenziale. Qualunque cosa si possa credere sugli ultimi eventi, non tutti ci trattiamo a vicenda con dignità… La mia intenzione oggi è di fare un piccolo passo per riportarci al vero dialogo.

Dopo il discorso di Smith, Beelock si è rivolto brevemente alla facoltà.

“Sono qui sapendo che molti di voi si sono rivoltati gli uni contro gli altri in questo momento di divisione”, ha detto Baylock. “Per questo provo un profondo rammarico.”

Nel suo discorso, Baylock ha anche affermato che l’azione disciplinare contro gli studenti arrestati è terminata. Ha detto che nessuno studente dovrà affrontare la sospensione o l’espulsione, che non ci sarà alcun cambiamento negli aiuti finanziari agli studenti e che l’amministrazione sta “lavorando duro” per far cadere le accuse contro le persone arrestate ingiustamente.

Una mozione per censurare Baylock è stata poi presentata da MacEvitt e appoggiata dalla professoressa di storia Annelise Orleck – entrambe arrestate durante la protesta del 1° maggio – prima che la riunione passasse a un dibattito.

I membri della facoltà hanno avuto l’opportunità di tenere discorsi di due minuti a favore o contro la mozione, o di commentare a favore o contro l’azione.

READ  Todd Howard sugli altri adattamenti di Bethesda dopo il fallimento: "Probabilmente direi di no", ma "non si sa mai"

Le opinioni – alternativamente a favore e contro la mossa – si sono rivelate una facoltà divisa, con prove sia di un forte sostegno che di un profondo dispiacere per le azioni di Billock.

Il professore di economia David Blanchflower, che si è opposto alla mozione, ha letto il testo di una petizione firmata da 4.180 genitori ed ex studenti che sostengono le azioni di Baylock.

Il professore inglese Alexander Seay si è espresso a favore della mozione il 1° maggio, affermando che le azioni di Baylock hanno creato “un’atmosfera che ha fatto sentire meno sicuri alcuni dei membri più vulnerabili della nostra società”.

Anche il professore di letteratura comparata Aincely Morse si è espresso a favore della mossa e ha affermato che le azioni di Baylock del 1° maggio “indicano la criminalizzazione della libertà di parola”.

La professoressa di studi classici Margaret Graver si è espressa contro la mossa, dicendo che avrebbe solo continuato a dividere il campus.

“Censurare il presidente non fa nulla di buono per Dartmouth”, ha detto Graver. “Non porta a una conclusione.”

Modifica aggiunta (20 maggio, 22:37): Una versione precedente di questo articolo affermava che il college stava lavorando per ridurre le tasse per gli studenti. Il college sta lavorando per far cadere le accuse contro coloro che non hanno partecipato alla protesta e coloro che sono stati arrestati ingiustamente. L’articolo è stato corretto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *