La nave dietro il crollo del ponte di Baltimora è stata rimorchiata via, con i membri dell’equipaggio ancora intrappolati a bordo

Notizie dagli Stati Uniti


La nave responsabile del mortale crollo del ponte di Baltimora è stata finalmente rimossa e rimorchiata in porto, ma i 21 membri dell’equipaggio rimasti intrappolati per 55 giorni non riescono ancora a scendere dalla nave.

L’enorme nave mercantile Daly è stata rimessa a galla e spostata dai rottami del Francis Scott Key Bridge lunedì mattina come parte di un massiccio lavoro di squadra da parte di varie autorità locali.

Il 26 marzo, il ponte è crollato dopo che una nave ha colpito una delle sue colonne di sostegno, uccidendo sei operai edili che stavano riempiendo i buchi nel ponte durante la notte.

L’FBI sta indagando sull’incidente. Belle foto
Lunedì un mercantile Daly è stato rimosso dai rottami del Francis Scott Key Bridge. Sconosciuto da Storyful

I 21 membri dell’equipaggio della Daly – tutti provenienti dall’India, tranne uno dello Sri Lanka, che era l’obiettivo della nave mercantile – non sono riusciti a lasciare la nave dopo il disastro, compreso il crollo del ponte della scorsa settimana.

Secondo le normative marittime statunitensi, una nave deve avere un equipaggio minimo in qualsiasi momento e deve avere i motori sempre accesi, in modo che ci siano equipaggi disponibili per rispondere in caso di problemi come un incendio.

Inoltre, si ritiene che i visti statunitensi dei marinai siano scaduti mentre erano bloccati in porto. Secondo il Baltimora Sun.

“Ad un certo punto, lavoreremo con le autorità per vedere se possiamo concedere loro un permesso a terra. Il nostro obiettivo finale è far scendere l’equipaggio dalla nave in modo che possano tornare dalle loro famiglie”, Darrell Wilson, portavoce di Synergy Lo ha detto al giornale Marine Group, che gestisce la nave.

READ  Danni gravi: 3 morti, molti feriti

Ha aggiunto che è stato un “sollievo per tutti noi” che la nave Daly sia stata finalmente portata in porto.

Ad aprile, nell’ambito delle indagini, l’FBI ha confiscato tutti i telefoni dei membri della squadra e nessuno di loro è stato restituito. Sebbene all’equipaggio siano stati forniti telefoni cellulari sostitutivi, secondo Wilson non hanno avuto accesso ai dati originali.

I funzionari hanno detto che gli equipaggi sono stati impegnati a mantenere la nave e ad assistere gli investigatori che lavorano per determinare come sia avvenuto l’incidente nelle ultime otto settimane.

Ai 21 membri dell’equipaggio della nave non fu permesso di partire per otto settimane dopo il crollo. Belle foto

Lunedì sono stati riscontrati ingenti danni alla prua della nave mentre diversi rimorchiatori allontanavano la nave dal luogo del disastro.

Il miserabile traghetto è bloccato da mesi mentre l’arteria vitale di Baltimora rimane ferma dopo che sono stati utilizzati esplosivi per rompere i massicci resti del ponte, crollato il 13 maggio.

I funzionari hanno detto che la nave mercantile si muove ad una velocità di 1 miglio all’ora nel viaggio di 2,5 miglia fino al porto.

Si ritiene che i visti statunitensi dell’equipaggio della nave siano scaduti mentre erano bloccati in porto. rfaraino

Dali – Prende il nome da una popolare lingua spagnola Pittore surrealista Salvador Dalì — È necessario impiegare diverse settimane per ottenere riparazioni temporanee prima di procedere a lavori più sostanziali per convertire il cantiere navale in un porto marittimo.

Per riportare a galla la nave, gli equipaggi liberarono le ancore e drenarono 1 milione di litri d’acqua, che avevano tenuto a galla la nave nelle settimane successive alla collisione, mentre le squadre di pulizia iniziarono a lavorare sul sito problematico. Sono state chiamate le squadre di sub per assicurarsi che il percorso fosse libero per rimuovere la nave.

READ  Le truppe israeliane sono nel centro di Rafah, conferma l'IDF

Gli investigatori federali hanno annunciato la scorsa settimana che l’incidente sul ponte è avvenuto dopo che la nave ha subito due interruzioni di corrente circa 10 ore prima di lasciare il porto di Baltimora per lo Sri Lanka.

Un membro dell’equipaggio ha erroneamente chiuso una serranda di scarico durante la manutenzione, causando il malfunzionamento di uno dei motori diesel della nave, hanno detto gli investigatori del National Transportation Safety Board.

Lasciando Baltimora il 26 marzo, un’altra interruzione di corrente fece perdere alla nave il timone e la propulsione, provocando lo schianto della nave contro una delle colonne di supporto del ponte e il capovolgimento.

L’FBI ha aperto un’indagine penale sulle circostanze che hanno portato all’incidente.

I funzionari prevedono di riaprire il canale di pescaggio del porto, profondo 50 piedi, entro la fine di maggio, ma fino ad allora gli equipaggi hanno installato un canale temporaneo leggermente meno profondo.

Con fili postali.




Accetta di più…









https://nypost.com/2024/05/20/us-news/ship-behind-baltimore-bridge-collapse-towed-crew-still-onboard/?utm_source=url_sitebuttons&utm_medium=site%20buttons&utm_campaign=site%20buttons

Copia l’URL da condividere

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *