L’Arizona valuta una legge ispirata al Texas che consentirebbe alla polizia di far rispettare la legge sull’immigrazione

L’Arizona, l’ultimo tentativo dei leader statali repubblicani di sfidare l’autorità federale sull’immigrazione, si sta muovendo verso l’adozione di una legge ispirata al Texas che ordina alle forze dell’ordine di arrestare gli immigrati che attraversano il confine illegalmente.

Martedì si prevede che la legislatura statale approvi una risoluzione che sarà inviata agli elettori dell’Arizona per l’approvazione a novembre. La risoluzione copiatrice rispecchia il disegno di legge 4 del Senato del Texas ed è simile a un disegno di legge recentemente convertito in legge in Louisiana.

Nell’ultimo anno, anche le legislature dell’Iowa e dell’Oklahoma hanno approvato leggi che rispecchiano parti della controversa legge del Texas, che è stata contestata in tribunale. Nel frattempo, i legislatori del Tennessee, della Florida e della Georgia hanno approvato misure per rendere più semplice perseguire e denunciare gli immigrati privi di documenti alle autorità federali.

Un caso davanti alla Corte d’Appello del Quinto Circuito degli Stati Uniti sulla costituzionalità di statuti molto simili allo statuto del Texas. In tal caso, gli oppositori sostengono che il disegno di legge 4 del Senato è incostituzionale perché usurpa l’autorità federale di far rispettare le leggi sull’immigrazione. I leader dello stato Lone Star hanno detto che intendono rivolgersi alla Corte Suprema degli Stati Uniti per contestare il dominio del governo federale in materia di immigrazione.

In Arizona, la proposta di voto potrebbe suscitare l’opposizione degli stessi gruppi che hanno aiutato i democratici a vincere alla grande nel 2020, opponendosi a un altro controverso disegno di legge statale relativo all’immigrazione approvato dieci anni fa. Il voto potrebbe avere implicazioni politiche più ampie in una svolta cruciale nelle elezioni presidenziali.

“Crediamo che questo tipo di progetti di legge incoraggeranno gli elettori latini a presentarsi alle urne e respingere non solo questa proposta, ma anche gli ideatori del disegno di legge”, ha detto Cesar Fierros, portavoce di Living United for Change in Arizona. Organizzazione di difesa. Il gruppo è uno dei tanti che hanno sfidato la controversa legge dell’Arizona “Show Me Your Documents” o SB 1070. La Corte Suprema ha annullato la maggior parte delle disposizioni di legge, ma ha confermato i controlli sull’immigrazione.

Come proposto, il Secure the Border Act dell’Arizona renderebbe l’attraversamento illegale della frontiera un crimine di stato e consentirebbe ai giudici statali di ordinare la deportazione. Comprende anche nuove sanzioni per qualsiasi immigrato privo di documenti che riceva fraudolentemente benefici pubblici, venda fentanil o lavori senza autorizzazione.

READ  Guerra Israele-Hamas: la Corte mondiale avvia il processo contro la causa del Nicaragua contro la Germania

La proposta è una raccolta di varie misure alle frontiere respinte dal governatore Katie Hobbs (D) all’inizio di quest’anno. Gli elettori si aspettano che i repubblicani lo sostengano.

Il rappresentante repubblicano Alexander Kolodin, un avvocato nominato dall’Ordine degli avvocati dello Stato dell’Arizona per rappresentare i querelanti in cause futili che contestano i risultati delle elezioni del 2020, ha affermato che il provvedimento elettorale è una testimonianza dei “fallimenti” dell’amministrazione Biden nel sostenere la legge federale.

“Il governo federale è l’unico regolatore della politica di immigrazione stabilita dal Congresso dichiarando l’immigrazione clandestina un crimine”, ha detto Kolodin. Il Congresso ha detto che era un crimine. Pensiamo che sia un crimine e permettiamo alla nostra gente di commetterlo.

I critici affermano che il sondaggio è un tentativo disperato da parte dei repubblicani di aumentare l’affluenza alle urne in un anno elettorale. Gli arizonani devono mettere in votazione almeno una dozzina di misure proposte. I democratici che si oppongono alla legge sull’immigrazione temono che gli elettori approvino involontariamente la mossa per accelerare un referendum eccezionalmente lungo senza comprenderne le conseguenze.

Senato democratico. Flavio Bravo ha liquidato il tentativo referendario come uno stratagemma politico dei repubblicani che non ha fatto nulla per affrontare i problemi reali.

“Stanno cercando di mantenere il loro potere e si lasceranno tutto alle spalle [of] Immigrati”, ha detto Bravo. “Non si tratta di sicurezza delle frontiere.”

Il governatore, i democratici, gli imprenditori dell’Arizona e alcuni funzionari delle forze dell’ordine statali, compresi quelli vicino al confine, si sono opposti al disegno di legge. I sostenitori sostengono che ciò potrebbe portare allo stesso tipo di profilazione razziale consentita dalla legge del 2010 e danneggiare le famiglie, soprattutto se alcuni membri sono privi di documenti ma altri si trovano legalmente nel paese. Le azioni legate alla frode, ad esempio, potrebbero confondere i genitori con i bambini nati negli Stati Uniti che potrebbero rinunciare ai benefici pubblici anche se i loro figli ne hanno diritto, hanno affermato i legislatori.

READ  Funzionari federali affermano che agli agenti della Texas Border Patrol viene "fisicamente impedito" di tentare di salvare i migranti che stanno annegando

Senato dello stato repubblicano. Ken Bennett aveva preoccupazioni simili. Ha promesso di non votare per un referendum all’inizio di questa primavera a meno che i suoi colleghi non rimuovano una disposizione che avrebbe consentito alle forze dell’ordine di prendere di mira retroattivamente persone come “Dreamers”. Tale misura, che avrebbe penalizzato i giovani immigrati protetti dalla politica di azione differita per gli arrivi infantili, è stata successivamente rimossa dal disegno di legge.

Ha anche spinto per emendamenti che, a suo avviso, impediranno comportamenti discriminatori da parte delle forze dell’ordine.

L’attuale proposta richiederebbe alla polizia statale e locale di osservare, filmare o garantire qualche altra indicazione “costituzionalmente sufficiente” dell’ingresso illegale di qualcuno che attraversa la frontiera al di fuori di un porto di entrata. I motivi della probabile causa sono più ambigui in Texas, dove uno dei principali punti di contesa è il modo in cui gli immigrati verranno identificati dalle forze dell’ordine ai sensi della SB 4.

Gli immigrati sorpresi ad attraversare illegalmente nel sud dell’Arizona rischiano un’accusa di reato minore per il primo reato e un crimine per i tentativi successivi.

“Senza una legge statale, tutto ciò che gli agenti e i poliziotti alla frontiera possono fare è chiamare la polizia di frontiera, e sono troppo sopraffatti per arrivare lì per ore o addirittura giorni”, ha detto Bennett. “Aggiunge uno strumento molto ristretto per cogliere qualcuno in flagrante. Oltre a ciò, non è un disegno di legge che impedisce la profilazione basata sulla razza e la richiesta di presenza legale.”

Lungo il confine sudoccidentale, l’Arizona ha visto il maggior numero di valichi di frontiera negli ultimi mesi. Dallo scorso autunno, secondo i dati federali, le rotte migratorie dal Texas sono cambiate.

Il deputato statale Oscar de los Santos, un democratico, ha detto che ancora non pensa che il linguaggio sia abbastanza chiaro per prevenire la discriminazione razziale da parte delle forze dell’ordine. Ha detto di aver incontrato diversi gruppi di attivisti per l’immigrazione a livello locale, e che si stanno preparando a contestare la mossa in tribunale. Sperando di evitare che venga messo in ballottaggio.

“Sembrano davvero 1070 giorni di SB”, ha detto.

READ  Peter Navarro inizia a scontare una pena detentiva dopo uno storico caso di oltraggio

I repubblicani hanno aggiunto al disegno di legge una clausola che darebbe ai leader delle minoranze un potere senza precedenti per difendere la legge in tribunale se perdessero il controllo di una delle camere a novembre.

“In genere, si dice che il presidente della Camera e il presidente del Senato possano intervenire a nome di un atto legislativo”, ha detto De Los Santos. “Stanno ovviamente scrivendo un nuovo accordo che non abbiamo mai visto prima. È chiaro che hanno paura di quello che succederà a novembre.

Per approvare il disegno di legge è necessaria la maggioranza semplice del Rajya Sabha. Un solo voto contro il Partito Repubblicano potrebbe far fallire la situazione. Il Senato ha già dato il suo timbro di approvazione al disegno di legge. UN Analisi del bilancio dello Stato Ha detto che la legge costerebbe più di 300 milioni di dollari per essere implementata in un momento in cui l’Arizona si trova ad affrontare deficit di bilancio strutturali. L’analisi ha inoltre rilevato che si potrebbe risparmiare denaro riducendo i livelli di immigrazione.

Dave Wells, direttore della ricerca per il Grand Canyon Institute, un think tank senza scopo di lucro, ha affermato che molteplici iniziative elettorali potrebbero attirare i democratici alle urne, ma resta da vedere se sarà sufficiente per riprendere il controllo della legislatura statale. Il GOP ha avuto il controllo illimitato della legislatura dagli anni ’60 e ha previsto vittorie democratiche che in molti casi non hanno funzionato.

Un disegno di legge sull’immigrazione potrebbe svolgere un ruolo significativo nell’affluenza degli elettori, in particolare dei giovani elettori latini. I repubblicani rappresentano il gruppo più numeroso di elettori registrati nello stato e sono all’unanimità insoddisfatti delle questioni relative ai confini. La disapprovazione per la gestione delle questioni legate all’immigrazione da parte dei democratici abbraccia l’intero spettro politico dello stato.

Ma più di un terzo degli elettori indipendenti non è interessato a sostenere misure radicali o programmi di deportazione, afferma Samara Klar, politologa dell’Università dell’Arizona.

“Sarà una chiamata molto ravvicinata”, ha detto Wells. “Gli elettori hanno la memoria molto breve e molte cose sulle elezioni di questi tempi stanno cambiando la tua base”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *