Elezioni europee: i partiti di estrema destra ottengono grandi guadagni, i Verdi vincono molto, secondo le previsioni

BRUXELLES (AP) – I partiti di estrema destra hanno ottenuto ampie vittorie alle elezioni parlamentari dell’Unione europea, subendo sconfitte sorprendenti per i due leader più importanti del blocco, il presidente francese Emmanuel Macron e il cancelliere tedesco Olaf Scholz.

In Francia, il partito del Raggruppamento Nazionale di Marine Le Pen ha dominato i sondaggi Un rischio politico enorme che potrebbe ritardare il resto del suo mandato presidenziale, che terminerà nel 2027, poiché Macron scioglierà immediatamente il parlamento nazionale e indirà nuove elezioni, mentre il suo partito subisce pesanti perdite.

Più di 50 paesi andranno alle urne nel 2024

In Germania, Scholz ha subito un destino così ignominioso che il suo partito socialdemocratico di lunga data è rimasto indietro rispetto all’estrema destra dell’Alternativa per la Germania, che è salita al secondo posto.

Aggiungendo la beffa al danno, il favorito del National Rally Jordan Bardella, 28 anni, ha immediatamente assunto un tono presidenziale con il suo discorso di vittoria a Parigi, iniziando con “miei cari compagni” e aggiungendo: “Il popolo francese ha dato il suo verdetto”, ed è stato finale.

Macron ha ammesso la sconfitta. “Ho ascoltato il vostro messaggio, le vostre preoccupazioni, e non le lascerò senza risposta”, ha detto, aggiungendo che chiedere elezioni anticipate non ha fatto altro che sottolineare le sue credenziali democratiche.

Il referendum di quattro giorni in 27 paesi dell’UE è il secondo più grande esercizio di democrazia a livello mondiale, dopo le recenti elezioni in India. Alla fine, l’ascesa dell’estrema destra è stata più drammatica di quanto previsto da molti analisti. Il Raggruppamento Nazionale francese era al 30%, ovvero il doppio di quello del partito centrista filo-europeo Renew di Macron, che si prevede raggiungerà circa il 15%.

La Germania, il paese più popoloso del blocco dei 27 membri, Sono indicate le previsioni Salendo al 16,5% dall’11% del 2019, l’AfD ha superato una serie di scandali che hanno coinvolto il suo candidato principale. In confronto, il risultato complessivo dei tre partiti della coalizione di governo tedesca ha raggiunto appena il 30%.

READ  I dipendenti di Tesla affermano che l'intero team di compressori dell'azienda è stato licenziato

In tutta l’UE, due gruppi tradizionalisti e filo-europei, i cristiano-democratici e i socialisti, erano le forze dominanti. I guadagni dell’estrema destra sono andati a scapito dei Verdi, che avrebbero dovuto perdere circa 20 seggi e ricadere al sesto posto nella legislatura.

Per decenni, l’Unione Europea, affondando le sue radici nella sconfitta della Germania nazista e dell’Italia fascista, ha confinato l’estrema destra alle frange politiche. Grazie ai suoi ottimi risultati in queste elezioni, l’estrema destra può ora svolgere un ruolo chiave in politiche che vanno dalla migrazione alla sicurezza e al clima.

Si prevede che i Verdi scenderanno dal 20% al 12% in Germania, tradizionale roccaforte degli ambientalisti, con perdite maggiori previste in Francia e in diversi paesi dell’UE. Il loro fallimento potrebbe avere implicazioni per l’intera UE Politiche sul cambiamento climaticoEppure il resto del mondo è molto progressista.

Già la presidente della Commissione europea Ursula van der Leyen dei cristiano-democratici di centrodestra indebolito le sue credenziali verdi Prima del referendum, dominava la Germania con quasi il 30%, sconfiggendo facilmente i socialdemocratici di Scholz, che restavano dietro all’AfD al 14%.

“Avete già stabilito una tendenza: una forza forte, stabile, in tempi difficili e lontana”, ha detto van der Leyen ai suoi sostenitori tedeschi tramite collegamento video da Bruxelles.

Come in Francia, ci si aspettava che l’estrema destra, che ha concentrato la sua campagna su migrazione e criminalità, avrebbe ottenuto guadagni significativi in ​​Italia, dove il primo ministro Giorgia Meloni ha cercato di consolidare il suo potere.

In Italia le votazioni proseguiranno fino a sera e molti dei 27 Stati membri non hanno ancora diffuso le previsioni. Tuttavia, i dati già pubblicati confermano le previsioni precedenti: si prevede che il massiccio esercizio di democrazia da parte dell’UE sposterà il blocco a destra e cambierà il suo futuro.

Mentre il governo centrale perde seggi a favore dei partiti di estrema destra, l’UE può avere difficoltà ad approvare leggi e il processo decisionale nel più grande blocco commerciale del mondo a volte può essere paralizzato.

READ  AT&T conferma la violazione dei dati e reimposta milioni di password dei clienti

I legislatori dell’UE, che servono un mandato di cinque anni nel parlamento da 720 seggi, hanno voce in capitolo su questioni che vanno dalle regole finanziarie alla politica climatica e agricola. Approvano il bilancio dell’UE, che comprende progetti infrastrutturali, sussidi agricoli e Gli aiuti sono stati concessi all’Ucraina. Hanno il veto sulle nomine nella potente Commissione europea.

Le elezioni arrivano in un momento in cui la fiducia degli elettori sarà messa alla prova in un collegio elettorale composto da circa 450 milioni di persone. Negli ultimi cinque anni, l’Unione Europea Scosso dall’infezione da virus coronaUN Collasso economico E un Crisi energetica È stato alimentato dal più grande conflitto terrestre in Europa dalla seconda guerra mondiale. Ma le campagne politiche spesso si concentrano su questioni che preoccupano i singoli paesi piuttosto che su interessi europei più ampi.

Giovedì è iniziata una maratona elettorale nei Paesi Bassi, dove un exit poll non ufficiale suggeriva che il partito di estrema destra anti-immigrazione di Geert Wilders lo avrebbe fatto. Guadagni importantiProbabilmente una coalizione di partiti europeisti lo ha relegato al secondo posto.

Votato nelle Fiandre, il primo ministro belga Alexander De Croo, che detiene la presidenza di turno dell’UE fino alla fine del mese, ha avvertito che l’Europa è “più sotto pressione che mai”.

Dopo le ultime elezioni europee del 2019, i partiti populisti o di estrema destra ora guidano i governi in tre paesi – Ungheria, Slovacchia e Italia – e fanno parte di coalizioni di governo in altri paesi, tra cui Svezia, Finlandia e, presto, Paesi Bassi. I sondaggi favoriscono i populisti Francia, Belgio, Austria e Italia.

“La destra è buona”, ha detto ai giornalisti dopo il suo voto il primo ministro ungherese Viktor Orbán, che guida un governo nazionalista e anti-immigrazione. “È sempre meglio andare a destra. Vai a destra!”

Dopo le elezioni arriva un periodo di mercanteggiamenti, in cui i partiti politici rinegoziano i loro posti nelle coalizioni continentali che gestiscono il Parlamento europeo.

READ  Alexei Navalny: "Nessun carro funebre per il corpo" La famiglia si prepara al funerale

Il gruppo politico più numeroso, il Partito popolare europeo (PPE), di centrodestra, si è spostato ulteriormente a destra durante le elezioni in corso su questioni quali sicurezza, clima e migrazione.

è una delle domande più viste Fratelli d’Italia Il partito al governo di Meloni – un populista con radici neofasciste – è tra i conservatori e riformisti europei più intransigenti, o diventa parte di un nuovo blocco di estrema destra che potrebbe produrre un’impennata elettorale. La Meloni ha voglia di lavorare con il Ppe.

Uno scenario più preoccupante per i partiti europeisti è se l’ECR consoliderà l’influenza dell’estrema destra con l’identità di Le Pen e del Partito Democratico.

Il secondo gruppo più numeroso – i Socialisti e Democratici di centrosinistra – e i Verdi rifiutano di allinearsi con l’ECR.

Ci sono anche dubbi su quale gruppo potrebbe aderire il partito di governo Fidesz di Orbán. Precedentemente faceva parte del PPE Costretti ad abbandonare 2021 a causa di conflitti sui suoi interessi e valori. L’estrema destra Alternativa per la Germania è stata espulsa dal gruppo Identità e Democrazia a seguito di una serie di scandali che hanno coinvolto i suoi due principali candidati al Parlamento europeo.

Le elezioni inaugurano anche un periodo di incertezza poiché vengono scelti nuovi leader per le istituzioni europee. Mentre i legislatori si contendono i seggi nella coalizione, i governi si contenderanno i posti di vertice dell’UE per i loro funzionari nazionali.

Il principale tra questi è la leadership della Commissione Europea, un potente organo esecutivo che propone leggi e monitora per garantirne il rispetto. La Commissione controlla i cordoni della borsa dell’UE, regola il commercio ed è il garante della concorrenza europea.

Altre posizioni importanti includono il presidente del Consiglio europeo, che presiede i vertici dei presidenti e dei primi ministri, e il capo della politica estera dell’UE, il massimo diplomatico del blocco.

———

Hanno contribuito a questo rapporto i giornalisti dell’Associated Press Sylvain Blassy a Bruxelles e Kier Molson a Berlino.

———

Scopri la copertura di AP sulle elezioni globali del 2024 Qui.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *